Slow Wine 2024
Allegrini 2024
IDEE CREATIVE

Tra gioco e edutainment nasce “Wine Casino Game”, la roulette del vino italiano 

Il format, by Milano Wine Affair, è basato su un sommelier-croupier che guida i giocatori in un blind tasting tra i vitigni autoctoni del Belpaese 
gioco, Milano wine affair, wine casino game, Italia
Il format è già popolare in altri Paesi del mondo

Un’idea originale per la prossima cena aziendale, magari in vista del Natale ? Ad intrattenere e divertire gli ospiti ci pensa “Wine Casino Game”, nuovo format ideato da Milano Wine Affair (agenzia di servizi fondata nel 2019 da Cornelia G. Hassmüller), perfetto connubio tra divertimento e edutainment, ideale per eventi e cene di gala. Il gioco consiste in un blind tasting game ambientato nel mondo del casinò: intorno ad un tavolo da roulette si siedono 8-12 persone che, guidate da un sommelier-croupier, fanno un assaggio alla cieca alla scoperta di un determinato vino, e rispondono alle domande puntando le proprie fiches. Il format è da tempo affermato all’estero, ma ancora quasi sconosciuto nel nostro Paese: in questo caso è stato declinato in una versione tutta italiana, per raccontare le infinite storie che ruotano intorno al nostro vino.
Profumi, aromi, zuccheri, alcol, tannini, acidità, affinamento, vitigno, annate e molto altro: il vino viene via via spogliato tramite il gioco, dove ad ogni mano invece di puntare sui numeri si punta sulla risposta ritenuta esatta. Caratteristica del “Wine Casino Game” è quella di essere un gioco a tutti gli effetti made in Italy: che si tratti di vitigni bianchi o rossi, quelli proposti sono sempre vitigni italiani, autoctoni oppure internazionali - come Chardonnay, Pinot Nero, Sauvignon - ormai coltivati con successo nei nostri territori regionali.
Il gioco coinvolge tra le 8 e le 12 persone alla volta, il corrispettivo di una tavolata: può quindi, a turno, essere giocato da ogni gruppo di commensali, che si trasferiscono al tavolo da gioco tutti insieme. Anche gli astemi possono partecipare, limitandosi ad usare il naso e gli occhi.
“Le aziende mostrano - spiega Cornelia G.Hassmüller, fondatrice Milano Wine Affair - di gradire molto le forme di intrattenimento con il vino, come, per esempio, il Wine Quiz, che riscuotono da sempre grande successo: abbiamo quindi pensato di ampliare le nostre proposte di Winetainment con un gioco che a livello internazionale esisteva già, ma in Italia è ancora poco diffuso, certi che sarà ben accolto, perché al divertimento abbina un’esperienza di blind tasting che affonda le proprie radici nella cultura italiana”. Milano Wine Affair propone, da alcuni anni, coinvolgenti percorsi multisensoriali che danno un’anima ad attività di team building, seminari, workshop, eventi, momenti di intrattenimento e wine tour. I progetti, tutti made-to-measure, si rivolgono ad aziende di qualunque settore, ma anche a cantine, consorzi, eventi e fiere del settore vinicolo, agenzie di eventi e viaggi.

Copyright © 2000/2024


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2024

Altri articoli