02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
SCENARIO COVID

Vino ed eventi: “l’en primeur” di Bordeaux forse in estate. E Vinexpo lancia il “tour” 2020-2021

Format ad hoc, se si farà, per l’evento dedicato all’annata 2019 della Gironda. Mentre la fiera francese sposta l’evento di Hong Kong al 2021
Bordeaux, En Primeur, Vinexpo, Mondo
“L’en primeur” di Bordeaux forse in estate. E Vinexpo lancia il “tour” 2020-2021

Con la Francia, come tutti, alle prese con la gestione della Pandemia, anche Oltralpe tanti eventi, del vino e non, sono saltati. Tra questi, uno dei più attesi era senza dubbio la “Semaine des Primeurs” de Bordeaux, in programma a marzo, e poi rinviata. Evento-barometro per misurare lo stato di salute di una delle Regioni del vino più importanti del mondo, che doveva avere per protagonista l’annata 2019 dei vini della Gironda. E che, Covid permettendo, potrebbe prendere vita da qui alla fine dell’estate, in un formato ad hoc ed adattato alla situazione. “Combattere la malattia resta la priorità, ma sembra emergere un graduale ritorno all’attività, in Francia ed in altri Paesi, supportato da una scaglionata fine del lockdown. Guardando a questi sviluppi, potrebbe essere messo in piedi un programma ad hoc per consentire l’assaggio dell’annata 2019”, spiegano in una nota congiunta l’Union des Grands Crus de Bordeaux e Bordeaux Négoce, associazione che riunisce i negociant di Bordeaux. Maggiori dettagli si dovrebbe conoscere intorno all’11 maggio, ma l’idea, spiega la nota, è quella di organizzare i tasting a Bordeaux e in altre città del mondo “in modo da garantire le migliori condizioni igieniche e al tempo stesso mantenere gli stessi livelli di professionalità”, organizzando poi successive sessioni private riservate a piccoli gruppi di professioni, giornalisti e critici. “I membri dell’Union restano prudenti, la priorità è continuare a combattere contro l’epidemia. Il programma che ci immaginiamo sarà più un momento professionale ed “intimo”, piuttosto che un occasione di celebrazione”, ha commentato il presidente dell’Union, Ronan Laborde.
Intanto, sempre sul versante francese degli eventi, arrivano notizie da Vinexpo: Vinexpo Hong Kong, in programma a luglio 2020, è stato spostato a Febbraio 2021 (dal 23 al 25 febbraio), “a causa della chiusura dei confini e della situazione sanitaria”, spiega una nota della fiera francese, che fa sapere non solo di avere rivisto il calendario, ma anche di aver lanciato il Vinexpo Tour 2020-2021, servizio che “mira ad allinearsi il più vicino possibile alle esigenze del mercato e alle esigenze espresse dagli attori del settore fornendo una serie di sei eventi per il loro calendario annuale”. Le date: a Shangai dal 21 al 23 ottobre, 2020, e poi, nel nuovo anno, Parigi dal 15 al 17 febbraio 2021, e ancora Hong Kong dal 23 al 25 febbraio, per poi volare a New York ai primi di marzo, tornare con l’edizione “madre” a Bordeaux in giugno, per chiudere il tour ancora a Shanghai, ad ottobre 2021. Un “pacchetto”, a cui le imprese potranno decidere di aderire in parte o in toto. Ma non solo: “Vinexpo sta anche pensando di creare altri format dedicati al business internazionale, per completare la propria offerta”, spiega la fiera francese. “I nostri clienti cercheranno una maggiore efficacia delle vendite nella seconda metà del 2020 e nel 2021.Supportarli attraverso soluzioni complementari con costi di partecipazione ottimizzati è più che mai la nostra priorità ”, sottolinea il Ceo di Vinexpo Rodolphe Lameyse.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli