02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’AGENDA DI WINENEWS

Vinòforum, l’attesa è finita, al via la kermesse romana. E intanto, a Menfi ci si prepara per Inycon

Iniziano i preparativi per il più antico evento siciliano dedicata al vino. In agenda anche l’Europa Street Food Festival e Top&Pop Wine

L’attesa è stata lunga, ma finalmente è arrivato il momento di trasformare Roma nella capitale enoica italiana: da domani, fino al 23 giugno va in scena Vinòforum, vero e proprio parco giochi del vino e del cibo per tutti gli appassionati e gli addetti ai lavori del settore enogastronomico. La sedicesima edizione, per la prima volta all’interno di uno spazio di oltre 12.000 metri quadrati nel verde e suggestivo Parco Tor di Quinto, si presenta con un format polivalente e in continuo rinnovamento, pensato per offrire delle attività di natura esperienziale, a partire chiaramente dai grandi banchi d’assaggio che vedranno in prima linea circa 500 cantine vitivinicole dall’Italia e dal Mondo, per un totale di oltre 2.500 etichette disponibili in degustazione.
Nell’agenda di WineNews tutta dedicata agli amanti del buon bere e del buon mangiare, c’è però già da segnalare un evento esclusivo, reso unico dalla sua storicità e dal suo significato cultura e tradizionale: dal 21 al 23 giugno, nella piccola cittadina di Menfi, in provincia di Agrigento, dove batte il cuore pulsante dell’antica e millenaria tradizione agricola siciliana, va in scena Inycon 2019 n. 24, la più antica manifestazione siciliana dedicata al vino di qualità, che come ogni anno inaugura la stagione del sole e del mare nel giorno del solstizio d’estate. Tre giorni di wine tasting, laboratori e convegni, dedicati alla produzione enoica locale e ai prodotti gastronomici tipici di questa meravigliosa terra, angolo ancora incontaminato della Sicilia, la cui espressione più autentica è rappresentata dalla cultura contadina e dai volti della gente di campagna. Il dialogo tra la città e la campagna rappresenta, infatti, quel binomio perfetto tra storia e natura, cultura e coltura, che si concretizza in una programmazione che partendo dal cuore della cittadina di Menfi, si estende fino al mare – premiato con la ventiduesima “Bandiera blu” consecutiva – e ai vigneti circostanti, dove nasce il vino, oggi famoso in tutto il mondo, da cui è partito negli anni Novanta il rinascimento dell’enologia siciliana.
Settimana, questa, anche dei grandi eventi tutti dedicati al food, più in particolare all’amatissimo e (ultimamente) criticatissimo street food: nelle Marche prende il via l’“Europa Street Food Festival”, in scena dal 14 al 16 giugno nel lungomare di Pesaro. L’edizione n. 5 del festival dedicato al cibo di strada di tutta Europa, si prepara ad accogliere decine di truck provenienti da tutta Italia, cucine itineranti internazionali, cooking show guidati dai migliori chef nazionali, laboratori gastronomici, approfondimenti su gusto e alimentazione, presentazioni di libri, concerti. E una novità: il Bakery e Pastry Street Food, perché anche il dolce vuole la sua parte.

A Milano e in Lombardia
Musica Pop e Jazz, la cucina delle Osterie di SlowCooking, la possibilità di conoscere i vini che hanno fatto la storia dell’enologia italiana: questi i protagonisti principali di Top & Pop Wine 2019, format sperimentale che si propone come un laboratorio d’idee e di nuovi comportamenti nel rapporto con il vino e con la sua conoscenza, di scena il 15 giugno a Valletta Brianza, piccolo paese in provincia di Lecco.
E intanto, a Milano, nella splendida cornice del Grand Hotel Palazzo Parigi, il 17 giugno si rinnova l’appuntamento con la manifestazione evento L’arena del vino e non solo: l’idea è quella di andare sempre più verso una “biennale del vino” dedicata a grandi produttori italiani ed esteri che, durante l’appuntamento, racconteranno il mondo dello Champagne, dei Distillati e dei Grandi Vini. I produttori ospiti presenteranno le loro storie attraverso degustazioni verticali, di tre annate per ogni vino, e di due etichette più recenti. Una giornata di networking con addetti ai lavori, operatori del settore e consumatori, per esprimere il concetto di sartorialità legato in un modo del tutto inconsueto alla moda.
I festeggiamenti di grandi Denominazioni e grandi territori continua, a partire da quella che porta ufficialmente l’estate in Franciacorta, un evento diffuso sul territorio, con numerose iniziative tra food&wine, sport e natura, arte e cultura: continua il Franciacorta Summer Festival on the road, che anima il territorio dal 19 maggio all’8 settembre. Per quattro mesi la Franciacorta accoglierà turisti e wine lovers con uno stimolante ventaglio di eventi e proposte, che li porterà a scoprirne cantine e produttori agroalimentari, tesori d’arte e bellezze paesaggistiche. Il Franciacorta Summer Festival on the road prenderà il via proprio il 19 maggio, con una giornata di festa in omaggio al Franciacorta Rosé: sempre più apprezzato dal grande pubblico, a fare da filo conduttore a una serie di appuntamenti che saranno “rivestiti di rosa”, con le cantine accoglieranno gli enoturisti per visite guidate e degustazioni di Franciacorta Rosé e organizzeranno piccoli eventi a tema, tutti giocati sul colore rosa.

In Piemonte
Il 15 e 16 giugno 2019 sarà l’ora della presentazione del nuovo “Arneis 2018” dell’Enoteca Regionale del Roero 2.0, a Canale, nel cuneese, in una location d’eccezione nel cuore del Roero Patrimonio Unesco. Con i suoi 66 associati, l’Enoteca Regionale del Roero 2.0 rappresenta una importante realtà vitivinicola del territorio piemontese, e ha deciso di presentare con un grande evento il nuovo Arneis Docg, in una due giorni tra vitigni e degustazioni.
Incursioni dinamiche e culturali in collina. Porta questo sottotitolo la prima rassegna nata nell’Astigiano e interamente dedicata al benessere: parte oggi “Bukolica”, ciclo di eventi dedicati al benessere pensati e organizzati dall’azienda Agricola dei Fratelli Durando di Portacomaro, con l’Associazione Sportiva Bewood Outdoor Brigade. Attività sportive, culturali, di meditazione ed enogastronomia di campagna si fondono nel verde delle colline dove si alternano noccioleti e vigne che circondano l’Agriturismo Terra d’Origine, location degli incontri. Otto serate, da oggi al 24 agosto, per rigenerarsi ed entrare in contatto con la natura, in uno dei più bei paesaggi vitivinicoli al mondo tutelato dall’Unesco, il Monferrato.

In Liguria
Il 15 e 16 giugno il Consorzio di tutela dell’Olio Dop Riviera Ligure, con la collaborazione della Fondazione Qualivita e il supporto della Regione Liguria, lancia la nuova iniziativa “Oliveti Aperti”, un evento nazionale per coinvolgere cittadini e turisti all’interno della tradizione dell’olivicoltura eroica ligure. Tutto, per svelare i segreti di uno dei prodotti d’eccellenza di questo territorio e visitare luoghi ed elementi storici come i “muretti a secco” - dichiarati Patrimonio dell’umanità dall’Unesco, nel 2018 - simbolo di un’intera area geografica. I partecipanti potranno scegliere di entrare negli oliveti e visitare i frantoi delle 32 aziende di produzione dell’olio Riviera Ligure DOP diffuse da Ponente a Levante, prendere parte a laboratori e scoprire luoghi d’arte poco ‘battuti’ dal turismo, immersi in paesaggi mozzafiato, con tante occasioni per assaggiare i sapori della vera cucina ligure: le visite agli oltre 32 frantoi del territorio, dove confrontarsi direttamente con chi con il proprio lavoro contribuisce a mantenere viva un’antica tradizione, e a proteggere un ecosistema intero, hanno come obiettivo finale quello di mostrare le risorse di un’olivicoltura, quella ligure, che punta sull’apertura e la condivisione del proprio patrimonio per vincere la scommessa per il futuro, per la salvaguardia del territorio, della tradizione e dell’ambiente.
Ad Alassio, in provincia di Savona, protagonista sarà invece lo Champagne: professionisti, esperti, wine lovers si riuniranno nella splendida cornice del Diana Grand Hotel, per degustare il Roi des Vins, declinato in tutte le sue sfaccettature. Un Mare di Champagne, infatti, è una grande kermesse che racchiude maison e piccoli vigneron, per offrire un percorso degustativo completo dell’intero mondo dello Champagne. La città ligure inaugura così la sua estate: tutte le vetrine si vestiranno a tema Champagne con le colorate sagome delle Bottiglie a cura del Consorzio Un Mare Di Shopping. Si parte il 16 giugno, con la Champagne Gala Night: Champagne Bar, street food gourmet, musica, convivialità ed eleganza. Il 17 giugno, invece, avrà luogo la giornata dedicata alle degustazioni, il clou di Un Mare di Champagne.

In Umbria
La città di Trevi si prepara ad accogliere il terzo appuntamento di deGusto Trebbiano&Food Festival, due giorni dedicati all’enogastronomia e alle tipicità locali, in programma il 15 e il 16 giugno. Considerata uno dei luoghi più suggestivi dell’Umbria, Trevi è un’antica città romana sorta nei pressi della via Flaminia e delle rive del Clitunno e vanta un incredibile patrimonio storico-artistico tanto da essere inserita nella lista dei Borghi più belli d’Italia. Ed è anche legata a doppio filo all’offerta di prodotti enogastronomici di qualità, come l’olio extra vergine d’oliva, i formaggi, gli insaccati e naturalmente il vino, con il Trebbiano Spoletino: vitigno di origini antiche risalenti al XV secolo, che negli ultimi anni ha saputo conquistarsi il favore di pubblico e professionisti. Ad aprire i lavori, proprio un convegno per gli addetti, dal titolo “Il Trebbiano Spoletino, tra storia, tradizioni e nuove opportunità”, seguito da degustazioni guidate, cooking show e laboratori.
Uno dei borghi più caratteristici dell’Umbria, vero e proprio gioiello architettonico, Orvieto è anche patria di un bianco importante, uno dei vini più antichi d’Italia e storicamente amato e celebrato da molti Papi, nei secoli. Famoso in tutto il mondo per il suo Duomo gotico, e per il particolarissimo Pozzo di San Patrizio, opera di Antonio Sangallo, capolavoro di ingegneria garantito da due rampe elicoidali a senso unico, completamente autonome e servite da due diverse porte, che consentivano di trasportare con i muli l’acqua estratta, senza ostacolarsi e senza dover ricorrere all’unica via che saliva al paese dal fondovalle. Grazie a un rinnovato slancio del Consorzio (ed alla famiglia Antinori, proprietaria del Castello della Sala, una delle griffe simbolo di Orvieto), il 16 giugno andrà in scena “Benvenuto Orvieto diVino 2019”, dedicato al vino più antico d’Italia, tornando a celebrare, con personaggi illustri come il vice presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale della Comunità Europea Paolo De Castro, le profonde radici enoiche di uno dei borghi più conosciuti e particolari del mondo.

In Toscana
A Radda in Chianti, dal 25 maggio ogni week end fino ad ottobre, arriva il Rural Market, in una ex officina meccanica recuperata, “casa” per le materie prime della biodiversità agricola. Una sosta obbligata per ricaricarsi con gusto, tra ordinati vigneti e caratteristici paesaggi collinari, con specialità a rotazione, frutto del lavoro degli agricoltori e allevatori custodi Rural di Toscana, Emilia-Romagna e Liguria. Si potranno riscoprire il pane di grani antichi, la marocca di Casola, i formaggi monorazza biologici da latte crudo intero di vacche di razze antiche, il latte fresco di asina, le uova di gallina Romagnola, le carni e i salumi di Cinta Senese e quelli di maiale Nero allevato all’aperto sulle colline parmensi, i testaroli della Lunigiana al farro, la farina di mais Formenton Otto File e di castagne della Lunigiana, la passata biologica di pomodoro Riccio di Parma, la confettura di uva Termarina, il miele biologico del Parco Barboj, la patata Quarantina, la zucchina Trombetta di Albenga, il Fiaschetto di Sangiovese, il Sidro di mele di montagna e tanto altro.
Il Ristorante Pizza&Pasta di Eataly Firenze, il 18 giugno, si trasformerà in casa della pizza: sarà inaugurata infatti la nuova Pizza Eataly, con degustazione delle dieci Pizze del Territorio create in collaborazione con Slow Food. Oltre alla pizza margherita e le pizze classiche, nel menù di ogni Eataly in Italia è presente una pizza dedicata alle eccellenze del territorio locale: la Pizza Firenze sposa il gusto delicato della Mortadella di Prato “Marini” (Presidio Slow Food), quello più saporito del Pecorino Toscano Dop “Il Fiorino” e la dolcezza della cipolla di Certaldo caramellata.
Il Movimento Turismo del Vino Toscana invece, prosegue la collaborazione esclusiva con la Scuola Internazionale Comics di Firenze, e lo fa per aiutare bambini affetti da tumore. Proprio come i grandi supereroi dei fumetti, questi bambini lottano ogni giorno, e sono sostenuti dalla Onlus “Milano 25” di “Zia” Caterina Bellandi che con il suo taxi colorato da anni porta un sorriso a bambini e famiglie meno fortunati. Per questo, il Movimento Turismo del Vino Toscana ha deciso di donare bottiglie di vino, a cui i fumettisti dell’accademia fiorentina hanno aggiunto un tocco d’arte, ovvero le etichette uniche, di metterle all’asta online, ogni settimana per 22 lotti totali, e donare il ricavato alla Onlus.
A Volterra, intanto, continuano le Cene Galeotte, iniziate il 5 aprile e che andranno avanti fino al 9 agosto, progetto ideato dalla direzione della Casa di Reclusione di Volterra e realizzato in collaborazione con Unicoop Firenze e la Fondazione Il Cuore Si Scioglie Onlus che dal 2006 fa della struttura toscana non solo un luogo unico di integrazione e solidarietà, ma anche un punto di riferimento per tanti altri Istituti italiani che propongono oggi analoghi percorsi rieducativi. L’iniziativa propone ai detenuti un percorso formativo attraverso cene mensili aperte al pubblico e realizzate con il supporto - a titolo gratuito - di chef professionisti: il ricavato di ogni serata - circa 120 i posti disponibili - è interamente devoluto a progetti di beneficenza realizzati in collaborazione con il mondo del volontariato laico e cattolico. Questa edizione in particolare andrà a sostenere organizzazioni onlus e iniziative di solidarietà di respiro nazionale ed internazionale dedicate al mondo dell’infanzia.

Eventi in tutta Italia
Oggi, alla Cittadella del Vino del gruppo Mezzacorona, nella Piana Rotaliana, sarà finalmente svelato (MUSIVUM), il progetto di valorizzazione delle eccellenze enologiche del territorio del Trentino, voluto dal gruppo che riunisce alcune delle più grandi cantine d’Italia, da Rotari nel Trento Doc a Feudi Arancio, in Sicilia.
In Umbria proseguono le celebrazioni del vino regionale più famoso e apprezzato, il Sagrantino: “Montefalco nel bicchiere” nasce per scoprire le eccellenze vitivinicole attraverso un percorso sensoriale da vivere in uno dei borghi più belli d’Italia. L’iniziativa, dedicata a turisti, operatori e appassionati che faranno tappa nel comune umbro, è promossa dal Consorzio Tutela Vini Montefalco. Ogni sabato, fino al 26 ottobre, nella sede del Consorzio in Piazza del Comune, sarà possibile partecipare ad una degustazione guidata da un esperto sommelier di quattro vini prodotti nel territorio di Montefalco: si tratta di un’occasione utile per poter approfondire lo straordinario legame che esiste tra questa terra e i suoi vini.

Con l’estate ripartono anche gli eventi internazionali
Il mondo del vino non riposa mai, nemmeno all’estero. Dopo la ripresa di fiato a seguito di Vinexpo a Bordeaux, si riparte, per il Oriente con il Vinitaly China Road Show 2019, dal 17 al 22 giugno a Pechino, Xi’an, Zhengzhen e Guangzhou, per poi volare subito dopo ancora una volta in Usa, con Vinitaly International al Summer Fancy Food a New York, dal 23 al 25 giugno allo Javits Center.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019