02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

AFFARIITALIANI.IT

Internet e vino. Il web soppianata riviste e guide cartacee per fornire informazioni agli eno-appassionati ... Tutti i giorni gli appassionati italiani cercano su internet le ultime news in arrivo dal mondo dell’enologia, si informano dettagliatamente sulle cantine ed i vini, si dichiarano convinti che il web stia già sostituendo le guide e la stampa specializzata, ogni tanto frequentano le chat e i forum dedicati a Bacco, ma a quelle “virtuali” preferiscono le bottiglie reali, acquistate direttamente in enoteca o dal produttore: è quanto emerge dal sondaggio su “Vino e internet” realizzato da Winenews.it, uno dei siti più cliccati dagli eno-appssionati, e Vinitaly, rassegna di riferimento dell’enologia mondiale.

Ben il 61% di chi ha risposto al sondaggio (1.457 enonauti) utilizza internet tutti i giorni sul tema vino. A seguire, il 19% ogni 2-3 giorni, l’11% una volta alla settimana e il 9% una o due volte al mese. Gli amanti del buon bere si dimostrano, dunque, particolarmente propensi a sfruttare le potenzialità della Rete per coltivare la propria passione, con una frequentazione giornaliera di siti che, in qualche modo, ruotano intorno all’argomento vino.

Ma cosa cercano gli eno-appassionati sul web? Il 41% vuole scoprire news e novità in arrivo dal mondo del vino, il 27% si concentra sulle informazioni relative ai vini, il 21% cerca notizie sulle aziende e l’11% preferisce la critica enologica. L’importanza attribuita a internet è enorme: secondo il 41% di chi ha risposto al sondaggio, il web sta già soppiantando l’editoria tradizionale, come guide e stampa specializzata. Secondo il 31%, questo percorso è solo agli inizi e il sorpasso avverrà nel giro di qualche anno, mentre il 28% ritiene invece che internet non potrà mai sostituirsi completamente alla carta stampata. Promossi, ma solo con la sufficienza, i siti della cantine italiane: il 55% degli “enonauti” giudica appena accettabile l’immagine delle aziende del vino sul web. La valutazione è, invece, scarsa per il 25%, mentre per il 8% è addirittura insufficiente. Il 12% assegna un “ottimo” ai siti delle cantine.

Ma la passione per internet non si traduce in passione per l’e-commerce: il 59% non ha mai acquistato bottiglie sul web, il 34% solo qualche volta, il 7% dichiara di fare spesso shopping virtuale. Un dato che conferma per l’ennesima volta come, a parte rare occasioni, gli amanti del buon bere preferiscono acquistare il vino direttamente in enoteca o dal produttore, scegliendo e valutando di persona le bottiglie da portare a casa. Nel caso in cui comprino su internet, il 38% si affida ai siti aziendali, il 28% alle enoteche on line, il 20% ai portali specializzati e il 14% a eBay.

Gli “enonauti” non sono peraltro particolarmente interessati al web 2.0, ovvero alle chat e ai forum dedicati al vino: il 67% dichiara di non frequentarli mai, a fronte di un 33% che, invece, vi si dedica abitualmente.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su