02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ECONOMIA

Agricoltura, il trend positivo non si ferma: crescono le ore (+17,4%) lavorate in campagna

A dirlo è Coldiretti, che lancia un allarme sul rischio della mancanza di operai in autunno: “prorogare permessi di soggiorno a lavoratori stagionali”
AGRICOLTURA, Coldiretti, ISTAT, LAVORO, Non Solo Vino
Agricoltura, il trend positivo non si ferma: crescono le ore (+17,4%) lavorate in campagna

Un trend che non ha battute di arresto e che conferma come il settore agricolo sia la “locomotiva” del lavoro in Italia. A dirlo sono i numeri che parlano di una crescita del 17,4% delle ore lavorate in agricoltura (analisi Coldiretti, su dati Istat, riferiti al secondo trimestre 2021), comparto che non si è mai fermato nemmeno nelle fasi più critiche della pandemia, garantendo forniture e scorte alimentari alle famiglie del Belpaese.
Un settore dinamico che impiega tante persone, un milione nell’anno condizionato dal Covid, e che si è dimostrato vincente anche per quei giovani imprenditori con in testa idee brillanti da realizzare nelle campagne. Una “mole” di lavoro destinata ad aumentare considerevolmente già nelle prossime settimane con l’entrata a pieno regime della vendemmia, della raccolta di mele, pere e olive. Ma qui potrebbero nascere dei problemi: c’è infatti il rischio per le aziende agricole di non trovare personale specializzato nelle operazioni di raccolta.
Coldiretti chiede di “prorogare i permessi di soggiorno ai lavoratori stagionali extracomunitari già presenti in Italia almeno fino al 31 dicembre 2021, onde evitare che molti siano costretti a tornare nel loro Paese. Si tratta, peraltro, di operai agricoli stagionali qualificati che ormai da anni sono impiegati sul territorio nazionale, tanto da essere diventati indispensabili per l’attività di molte aziende nostrane, con cui in molti casi sono nati rapporti anche di amicizia.
Ma per rassicurare il sistema produttivo è importante anche la pubblicazione del decreto flussi per il 2021 che possa consentire la presentazione sia delle istanze per lavoro stagionale che le richieste di conversione dei permessi stagionali”. Coldiretti vuole stimolare misure “semplificate” per il lavoro e quindi “dare la possibilità a percettori di ammortizzatori sociali, studenti e pensionati italiani di poter lavorare nei campi attraverso una radicale semplificazione del voucher “agricolo”. Un provvedimento che interesserebbe almeno 25.000 italiani in un momento in cui tanti lavoratori sono in cassa integrazione e le fasce più deboli della popolazione in difficoltà”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli