02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FISCO

Agroalimentare, domani i contributi li paga lo Stato: sul piatto 426 milioni di euro

Il Ministro delle Politiche Agricole, Bellanova: “firmato il decreto per l’esonero contributivo per i primi sei mesi del 2020 per la filiera”
agroalimentare, CONTRIBUTI, FISCO, POLIRICHE AGRICOLE, TERESA BELLANOVA, Non Solo Vino
Il Ministro delle Politiche Agricole Teresa Bellanova

Buone notizie per la “filiera della vita”, ovvero per quella dell’agroalimentare italiano, come la ha definita in emergenza lockdown il Ministro delle Politiche Agricole Teresa Bellanova: il 16 settembre le imprese non pagheranno i contributi, di cui si farà carico lo Stato. Ad annunciarlo la stessa Bellanova: “ho appena firmato, subito dopo averlo ricevuto dal Ministero del Lavoro il Decreto con cui consentiamo l’esonero contributivo per i primi sei mesi del 2020 per le filiere agroalimentari. Il 16 settembre, come già avevo detto in molte delle aziende visitate in queste settimane, scatterà l’esonero dei versamenti previdenziali”.
A disposizione delle filiere agroalimentari, dunque, i 426 di euro milioni previsti dal Decreto Rilancio e finalizzati all’esonero straordinario dai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali a carico dei datori di lavoro dovuti per il periodo dal 1 gennaio al 30 giugno 2020. Ad essere interessate dal provvedimento le filiere agrituristiche, apistiche, brassicole, cerealicole, florovivaistiche, vitivinicole, nonché dell’allevamento, dell’ippicoltura, della pesca e dell’acquacoltura. Obiettivo, come più volte ribadito dalla Ministra ed esplicitato nello stesso decreto, il rilancio produttivo e occupazionale delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura. Dopo la firma della Ministra Bellanova, il Testo è stato immediatamente inoltrato al Ministero di Economia e Finanze per l’adozione definitiva del Provvedimento.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli