02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
STATISTICA AGRICOLA

Al via il Censimento Generale dell’Agricoltura italiana dell’Istat

Ultima rilevazione decennale, con il censimento che poi diventerà permanente. Attraverso il digitale e i Caa - Centri di Assistenza Agricola
AGRICOLTURA, CAA, CENSIMENTO, ISTAT, Non Solo Vino
Al via il Censimento Generale dell’Agricoltura italiana dell’Istat

Fare una fotografia più dettagliata possibile dell’agricoltura italiana, settore pilastro del Belpaese per economia, tenuta del territorio, occupazione, bellezza dei paesaggi e primo anello di quella catena agroalimentare che dà lustro all’Italia nel mondo: parte, in queste ore, il “Censimento generale dell’Agricoltura” n. 7 dell’Istat. “La rilevazione, l’ultima a cadenza decennale per il settore Agricoltura (poi diventerà permanete, ndr), si rivolge a tutte le aziende agricole presenti in Italia, 1,7 milioni, per fotografare e raccontare l’attuale settore agricolo e zootecnico e fornire un quadro informativo statistico sulla sua struttura a livello nazionale, regionale e locale”, spiega l’Istituto Nazionale di Statistica.
Le informazioni ottenute riguardano il numero delle aziende, il titolo di possesso dei terreni e la loro utilizzazione, la consistenza degli allevamenti, la manodopera impiegata e le attività svolte parallelamente all’attività di produzione agricola, che configurano l’azienda come soggetto, non solo produttore di beni, ma, anche, erogatore di servizi. “In questo senso, il Censimento ci offre il dettaglio di un’attività che, seppure tradizionale, tende all’innovazione e all’ampliamento del suo raggio di azione”.
Le principali novità introdotte nell’operazione censuaria riguardano il questionario in formato esclusivamente digitale, il coinvolgimento dei Centri di Assistenza Agricola (Caa) nella Rete di rilevazione e la tecnica multicanale di raccolta dei dati.
“Tale attività di assistenza è un ulteriore esempio di attività di affiancamento delle imprese che la legge - spiega Coldiretti - assegna al Caa in un’ottica di semplificazione dei rapporti con la Pubblica Amministrazione e di supporto per gli adempimenti burocratici. Grazie ad una profonda conoscenza della realtà agricola il Caa Coldiretti potrà contribuire, svolgendo le interviste che costruiscono il censimento, a realizzare la fedele fotografia del patrimonio agroalimentare del Paese. Il censimento dovrà concludersi entro il 30 giugno 2021, e tenuto conto delle restrizioni dovute alla pandemia, tempi e modalità delle rilevazioni dovranno essere previamente concordati dagli imprenditori con gli operatori dei Caa”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli