02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
BIBLIOTECA ENOGASTRONOMICA

Alimentazione sana e consapevole, questione di molecole. E il ricettario diventa della “salute”

“Le ricette della buona salute” è il volume del medico Pier Luigi Rossi (Aboca edizioni). Per tutti, vegetariani, onnivori, gluten-free, diabetici ...

Quando si parla di salute - e mai come in questo periodo - legata ad una sana e corretta alimentazione, le differenze spariscono e le barriere cadono anche dei più intransigenti in cucina. Perché che la nostra alimentazione sia vegetariana o onnivora, che la celachia ci costringa a mangiare gluten-free e malattie come il diabete di stare attenti a tutto ciò che abbiamo nel piatto, il benessere fisico ci accomuna tutti. Perché è anche una questione di molecole. E raccogliendo questo spunto, il classico ricettario diventa della “salute”, come “Le ricette della buona salute”, il volume di Aboca firmato da Pier Luigi Rossi, medico, specialista in Scienze dell’Alimentazione e in Igiene e Medicina Preventiva, ideatore del metodo molecolare di alimentazione consapevole. “Ogni giorno abbiamo bisogno dei nutrienti utili al mantenimento delle funzioni vitali e, ogni volta che mangiamo, il nostro corpo si trasforma, perché gli alimenti che ingeriamo condizionano i valori del sangue”, spiega il professore dell’Università di Bologna e Sassari.
Il metodo molecolare di alimentazione consapevole si basa sulla conoscenza delle molecole nutrienti contenute negli alimenti e vuole superare lo schema dietetico basato sulle calorie giornaliere. Le principali molecole alimentari sono ossigeno, carboidrati, proteine, lipidi, vitamine, minerali, acqua, fibra alimentare, molecole attive sul Dna. La qualità molecolare degli alimenti, cioè la loro diversa composizione in principi nutritivi, condiziona il metabolismo cellulare, il profilo ormonale, la modulazione genica di una persona, quindi il suo peso corporeo e il suo stato di salute. Per questo ciascuna persona deve essere consapevole di “quali molecole” sta mangiando. Perché non si mangia solo per dimagrire e il corpo umano non vive solo di calorie: la logica della dieta ipocalorica è temporanea, limitata ad un periodo di tempo e finalizzata solo alla perdita di peso; il metodo molecolare è una scelta di alimentazione consapevole, non limitato nel tempo e finalizzato ad acquisire e mantenere un sano stile alimentare nella vita.
Nel suo ultimo volume (edizioni Aboca, maggio 2020, schede 78, prezzo di copertina 15 euro), Rossi si sofferma in maniera particolare sul picco glicemico e spiega perché è importante conoscere come funziona la glicemia postprandiale, cioè la concentrazione di glucosio nel sangue dopo un pasto, che raggiunge i livelli massimi durante la prima ora e poi tende ad abbassarsi di nuovo. Le ricette proposte sono molto semplici da realizzare, ma soprattutto sono basate su corrette combinazioni alimentari, per aiutarci a organizzare la giornata in modo da scegliere i cibi giusti per prevenire le eccessive variazioni della glicemia.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli