02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINI DA COLLEZIONE

Champagne ed alta gioielleria si incontrano, nel segno della Regina Maria Antonietta

Limited edition del “Rare Le Secret” di Rare Champagne (Piper-Heidsieck), in partnership con Mellerio, la più antica gioielleria del mondo

Ci sono vini che sono considerati gioielli, e vini che dai gioielli sono custoditi. Come succede nell’incontro d’eccezione tra Mellerio, la gioielleria più antica del mondo, amata dalla Regina Maria Antonietta, e Rare Champagne, maison nata proprio in onore della stessa regina (e oggi di proprietà di Piper-Heidsieck del gruppo Epi della famiglia Descours, proprietaria anche della culla del Brunello, la Tenuta Greppo di Biondi Santi) , da cui è nata una preziosissima limited edition di “Rare Le Secret”. Davvero segreto, poiché nel 1997, Champagne Rare non fu proclamato millesimato, ma Régis Camus, chef de Caves, lavorando a porte chiuse, assemblò una quantità limitatissima di Rare Champagne, che imbottigliò solo in magnum. Le bottiglie rimasero a riposare nella sua cantina privata per oltre vent’anni, e ora arrivano a disposizioni di collezionisti e appassionati, con 4 pezzi unici, ciascuno adornato da una gemma importante (diamante, zaffiro, rubino o smeraldo) contornata da 510 diamanti incastonati a formare dei nastri che ricordano i sontuosi vestiti di Maria Antonietta, a cui si aggiungono 1.000 magnum di Rare 1997 Edizione Orafo, serie di bottiglie numerate e adornate da un cartiglio d’oro.
Una limite edition da collezione (che sarà presentata domani al Capri Palace di Anacapri), insieme alle annate Rare 2006 e Rare Rosé 2008, gli ultimi millesimati della Maison (che arriveranno sul mercato italiano nella seconda parte del 2019, importanti dalla Biondi Santi International, ndr).
Un’edizione eccezionale, per lo Champagne Rare (prodotto solo 9 volte nella storia), che non è però il primo contatto tra la Maison e la casa madre Piper-Heidisieck ed il mondo della creatività: per l’anno del centenario della prima Champagne Prestige di Piper-Heidsieck, casa madre di Rare
Champagne, fu reclutato Pierre-Karl Fabergé, celebre per le Uova Fabergé, mentre 100 anni dopo fu la volta di Val Cleef & Arpels, altra storica maison di gioielleria e profumeria francese, che hanno abbellito la prima annata di Rare prodotta nel 21esimo secolo.
E che oggi, dunque, si sposa con Mellerio, gioielleria fondata a Parigi nel 1515, che e ottenne il privilegio di commerciare oggetti preziosi per decreto reale, firmato da Maria de Medici, reggente di Francia, nel 1613, e che è stata fornitrice ufficiale, oltre che di Maria Antonietta, delle corti reali e imperiali e famiglie della grande borghesia (l’Imperatrice Giuseppina, moglie di Napoleone I, e la Corte Imperiale, le corti di Spagna, Russia, Italia e Belgio, le famiglie Orléans e Rothschild, e così via), oggi guidata da Laura-Marie Mellerio, quindicesima generazione della famiglia.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli