02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
NUOVE TENDENZE

Che assist per la birra artigianale, taglio accise del 40% per spingere più in alto i consumi

Il 90% degli 862 birrifici artigianali beneficerà dell’agevolazione. Nel 2018 in Italia i consumi hanno superato i 20 milioni di ettolitri
ACCISE, BIRRA ARTIGIANALE, Non Solo Vino
Birra artigianale, taglio delle accise del 40% per spingere più in alto i consumi

Arriva la stagione estiva e con il rialzo delle temperature c’è pure il taglio, del 40%, delle accise sulle produzioni dei microbirrifici. Una spinta importante che punta a far aumentare gli acquisti delle birre artigianali prodotte in Italia. C’è soddisfazione da parte della Coldiretti per la firma da parte del Ministro dell’Economia Giovanni Tria del Decreto previsto dalla Legge di Bilancio 2019. Come già accennato, il provvedimento entrerà in vigore il prossimo 1 luglio e, sottolinea Coldiretti, “prevede una riduzione delle accise del 40% per chi produce fino a 10mila ettolitri/anno e si va a sommare all’ulteriore riduzione a 2,99 euro dell’accisa per ettolitro e per grado-Plato inserita con l’ultima Legge di Bilancio”. Una buona notizia, dunque, per i produttori in primis ma anche per i consumatori di “bionde” e “rosse” che stanno aumentando di pari passo con il proliferare di birrifici artigianali, ben 862, con il 90% di questi che beneficerà dell’agevolazione. La birra ha un feeling positivo con i giovani che decidono di creare nuove realtà in questo settore grazie anche a “profonde innovazioni - sottolinea la Coldiretti - che vanno dalla certificazione dell’origine a chilometro zero al legame diretto con le aziende agricole ma anche la produzione di specialità altamente distintive o forme distributive innovative come i “brewpub” o i mercati degli agricoltori di Campagna Amica”.
Il 2018 è stato un anno record per i consumi di birra che hanno superato i 20 milioni di ettolitri trovando l’apprezzamento di oltre la metà degli italiani. Merito acnhe di una sensibilità crescente dei produttori verso i gusti dei consumatori. “A rivoluzionare il settore - conclude la Coldiretti - è una domanda che è diventata negli anni sempre più raffinata e consapevole con una sempre maggiore attenzione per l’origine delle materie prime e la ricerca di varietà particolari con numerosi esempi di innovazione, dalla birra aromatizzata alla canapa a quella pugliese al carciofo di colore giallo paglierino ma c’è anche quella alle visciole, al radicchio rosso tardivo Igp o al riso”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli