02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CHARITY DINNER

Chef Carlo Cracco, il 20 luglio, a San Patrignano, per charity dinner, con pastry chef Gino Fabbri

Ad affiancare gli chef la brigata della Comunità. A tavola, il menù accompagnato dai vini della cantina San Patrignano, firmati da Riccardo Cotarella

Con l’obiettivo di aiutare i ragazzi in difficoltà, la Comunità di San Patrignano ha sempre coniugato al valore sociale quello dell’alta cucina e del vino di qualità. E tutto questo, tornerà ad essere protagonista il 20 luglio, all’esclusiva charity dinner firmata dallo stellato Carlo Cracco, che, con l’aiuto della brigata formata dai ragazzi della Comunità, servirà un menù interpretazione dell’estate: si parte con l’anguria marinata, capasanta dorata e insalata di alghe, seguita dal rigatone alle vongole, erbe e limone candito e dalla spalla di vitello brasata, pomodoro, zucchine e basilico. Il dessert, sarà lasciato alle mani esperte del pastry chef Gino Fabbri, per un epilogo gourmet.
Gli ospiti a tavola, quindi, si potranno godere una cena di qualità, circondati dai ragazzi ospiti della comunità di recupero che ha tra le sue peculiarità quella di offrire, tra i tanti percorsi di formazione e reinserimento nella società, quello del vino. Ad accompagnare i piatti del menù, infatti, ci saranno proprio i vini della cantina di San Patrignano, firmati dal super enologo Riccardo Cotarella, arrivato alla comunità di Vincenzo Muccioli nel 1999. Proprio Cotarella, ha trasformato una piccola produzione ad una cantina di 5.700 metri quadrati, dove trovano spazio le migliori tecnologie, e da dove nascono vini di alta qualità, prodotti dal lavoro di 75 ragazzi della Comunità, capaci di guadagnare fette di mercato e riconoscimenti. Vent’anni, tanto è passato da quando l’attuale presidenteAssoenologi e dell’Union Internationale des Oenologues è arrivato a San Patrignano, raccogliendo una sfida difficile ed ampiamente vinta, celebrata simbolicamente nell’unico modo possibile e cioè con un’etichetta, chiamata semplicemente “Ventanni”, proprio a sottintendere la strada fatta insieme, raggiungendo risultati concreti, ma soprattutto costruendo un legame profondo di amicizia, stima, affetto e sostegno reciproci. È un Sangiovese 100% Doc Superiore, a tiratura limitata di 6.500 bottiglie, che si aggiunge alle undici già in commercio tra bianchi, rossi e spumanti distribuiti in Italia e all’estero.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli