02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
RISPONDERE ALL’EMERGENZA

Come tanti locali Usa, chef Andrea Berton lancia i “restaurant bonds”: messaggio di fiducia

Lo chef: “acquistare oggi una cena per una persona, per poter mangiare domani in due. Non è solo un investimento, la crisi finirà”

L’idea lanciata dai ristoratori americani, che nei primi giorni dell’emergenza Coronavirus in Usa hanno pensato ai “dining bond”, ossia dei buoni per pranzi e cene che funzionano come obbligazioni di risparmio, da riscuotere quando gli esercizi potranno riaprire, con un premio per il sottoscrittore (ovvero il cliente futuro) del 25% sul valore reale al momento dell’acquisto (di cui anche WineNews ha parlato diffusamente nei giorni scorsi, ndr), fa breccia anche in Italia, dove lo chef Andrea Berton, alla guida del suo ristorante stellato di Milano, ha lanciato i suoi “restaurant bonds”. In sostanza, si tratta di “acquistare oggi una cena per una persona, per poter mangiare domani in due”, spiega lo chef, investendo sul ristorante e sulla sua ripresa, acquistando un voucher per due persone che comprende un calice di aperitivo e un menù degustazione realizzato per l’occasione dallo chef al costo di 150 euro, da sfruttare dalla riapertura del locale ed entro il 20 dicembre. “Ho pensato che con la vendita di questi voucher - spiega Andrea Berton - potevamo ridurre l’impatto economico causato dalle necessarie misure di prevenzione adottate. Acquistare un voucher non è solo una questione di investimento, bensì un modo per lanciare un messaggio di fiducia sul fatto che questa crisi finirà e il settore della ristorazione si riprenderà”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli