02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

Con la firma del “Patto di Spello”, nasce il Movimento Turismo dell’Olio

Posta la prima pietra per la creazione di un movimento parallelo al Movimento del Turismo del Vino, per lavorare in sinergia
MOVIMENTO DEL TURISMO DELL'OLIO, OLEOTURISMO, PATTO DI SPELLO, vino, Non Solo Vino
Con la firma del “Patto di Spello”, nasce il Movimento Turismo dell’Olio

Con la firma del “Patto di Spello”, sottoscritto ieri dalle Città del Vino, dalle Città dell’Olio, dal Movimento Turismo del Vino e dell’Olio e dalla Federazione Italiana delle Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori, parte ufficialmente il percorso che porterà alla nascita del Movimento Turismo dell’Olio, che nascerà nel 2021, e “riunirà i “produttori-artigiani” di olio extravergine d’oliva di qualità, per raccontare e promuovere le eccellenze dell’arte olivicola italiana. Agricoltura sostenibile, produzione sana e naturale e salvaguardia del territorio sono i valori dei frantoiani associati. Il nuovo consorzio opererà in sinergia con il Movimento Turismo del Vino, da cui trae ispirazione negli intenti e nelle modalità”.
“Siamo felici di aver finalmente gettato le basi per la nascita del nuovo Movimento Turismo dell’Olio - commenta Nicola D’Auria, presidente del Movimento Turismo del Vino - il Consorzio dedicato all’oleoturismo è un progetto entusiasmante che avevamo in cantiere da diversi anni e siamo convinti che potrà andare a coinvolgere tanti aspetti del turismo enogastronomico. Il Movimento Turismo dell’Olio nasce dall’esperienza del Movimento Turismo del Vino, e la sinergia tra le due organizzazioni sarà fondamentale per la valorizzazione del territorio, lavoreranno in partnership in questa direzione. Dopo questa “prima pietra”, il testimone passa adesso al Consorzio Buonaterra della Puglia, che è incaricata di procedere alla nascita del Consorzio nazionale e dei Consorzi regionali, che contribuiranno alla realizzazione del progetto Movimento Turismo dell’Olio”.
“Sono disponibile fin da subito alla creazione di un tavolo di lavoro permanente - ha detto il Ministro delle Politiche Agricole Teresa Bellanova - rafforzare, far crescere e qualificare l’offerta “eno-oleo-agroturistica” in Italia, è il nostro obiettivo comune, affinché l’eno-oleoturismo siano motore di un nuovo sviluppo, fondato su parole chiave come sostenibilità, etica, salvaguardia dei paesaggi rurali, innovazione tecnologica e unicità dei territori e delle vocazioni”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli