02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’AGENDA DI WINENEWS

Da “OperaWine” & Vinitaly Preview a “Jazz & Wine in Montalcino”, tornano i grandi eventi del vino

Da “Sorsi d’autore” a “Cantine Aperte”, dal lancio della Docg Terre Alfieri ai 60 anni del Pinot Grigio Santa Margherita, da “OggiRosa” a “ViniVeri”

Sulle note dell’“Aida” di Giuseppe Verdi diretta dal maestro Riccardo Muti nell’attesissima Prima dell’Arena di Verona - la stessa opera che nel 1913 inaugurò il Festival (di cui Arnea Soave Brut Vino Spumante di Qualità di Sartori è il vino ufficiale della stagione 2021) e che celebra 150 anni dalla prima esecuzione - il 19 giugno si riaccendono i riflettori su “OperaWine - 10th year anniversary” , la prestigiosa degustazione di Vinitaly-Veronafiere e “Wine Spectator”, nell’edizione antologica e straordinaria con 186 cantine icona del vino italiano nel mondo (riservata a stampa ed operatori) selezionate dalla rivista americana di settore più influente sui mercati internazionali per i primi 10 anni del grande evento, ampliando la squadra dei “Top 100 d’Italia” con gli “all timer” - i produttori scelti una o più volte - che, per la prima volta dall’inizio della pandemia, tornano ad incontrare buyer e operatori esteri, nell’architettura di archeologia industriale delle Gallerie Mercatali. Dove, il 20 giugno, ci sarà la “Vinitaly Preview”, walkaround tasting b2b con protagoniste cantine e consorzi e buyer italiani e internazionali, in un prologo anticipato della “Vinitaly Special Edition 2021”  di scena il 17-19 ottobre a Veronafiere (e fino al 18 giugno, c’è anche la selezione enoica “5StarWines - the Book & Wine Without Walls”, mentre dal 20 al 23 giugno tornano anche i corsi della Vinitaly international Academy con la direzione scientifica di Attilio Scienza). In presenza e in sicurezza, tornano i grandi eventi del vino italiano segnalati in agenda da WineNews. Una vera ripartenza, che vede anche il ritorno di “Sorsi d’autore”, dal 19 giugno all’11 luglio, a Villa Badoer, Foscarini Rossi e Cordellina Lombardi e al Castello di San Salvatore con grandi ospiti come Pierò Pelù, Mauro Corona, Bianca Berlinguer, Stefano Mancuso e Carlo Cottarelli, l’evento di Fondazione Aida che unisce il patrimonio storico rappresentato dalle Ville Venete, il piacere di degustare un buon bicchiere di vino - di cantine come Tedeschi, Cantina Falezze di Luca Anselmi, Collalto e Costa Arente - con i sommelier di Ais-Associazione Italiana Sommelier, eccellenze gastronomiche e incontri conviviali con noti personaggi. E, poi, una nuova edizione in grande stile dell’evento “aziendale” più longevo del vino italiano, inventore del genere: “Jazz & Wine in Montalcino”, il Festival firmato Castello Banfi e nato in collaborazione con la famiglia Rubei dell’Alexanderplatz Jazz Club di Roma e Comune di Montalcino, che, dal 20 al 25 luglio, fa incontrare il Brunello con i “big” della grande musica internazionale, da Stefano Bollani a Stefano Di Battista, da Danilo Rea all’Orchestra Observatorium diretta da Massimo Nunzi, da Emanuele Urso a Alex Britti e Flavio Boltro, sullo sfondo del suo territorio, tra la trecentesca Fortezza e l’antico Castello di Poggio alle Mura immerso tra i vigneti (sede di Banfi, ndr).
Se per la prima volta “Cantine Aperte” celebra l’arrivo dell’estate, con le cantine di tutta Italia che accolgono i wine lovers anche nel weekend del 19-20 giugno e lo fanno anche con la curiosità del “Picnic più lungo d’Italia” con Picnic Chic (dal 18 al 20 giugno in tutta la Penisola per la Giornata Mondiale dedicata ai “déjeuner sur l’herbe”), dopo Verona i “big-event” del mondo del vino e del cibo italiano proseguiranno con “Cibus” a Parma il 31 agosto-3 settembre, “Sana-Salone internazionale del biologico e del naturale” a Bologna dal 9 al 12 settembre 2021, la “Milano Wine Week” il 2-10 ottobre, e il “Mercato dei Vini” della Fivi - Vignaioli Indipendenti dal 27 al 29 novembre a Piacenza Expo.
Nell’attesa, dal 21 giugno al 21 ottobre con l’associazione Bellearti il Vigneto Pusterla, la vigna urbana più grande d’Europa nel cuore della città vecchia di Brescia, “custodita” da Monte Rossa, cantina storica della Franciacorta, ospita “La Plage” del grande artista camerunense Pascale Marthine Tayou, un’installazione all’aperto di grandi dimensioni con ombrelloni tra i filari chiusi e legati con grandi nastri colorati nell’attesa di una nuova stagione, in un’idea di rinascita post-pandemica che Tayou associa alla ripresa dell’Italia dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale e alle immagini forti e simboliche delle grandi spiagge affollate nel Belpaese che recupera un’economia florida e un benessere che aveva perduto e forse mai avuto. A proposito di Franciacorta, le celebri bollicine sono Partner Ufficiale della Porsche Carrera Cup Italia 2021-2022 il campionato monomarca che vede le 911 GT3 Cup sfidarsi sui più famosi circuiti nazionali (2-4 luglio Mugello; 23-25 luglio Imola; 17-19 settembre Vallelunga; 1-3 ottobre Franciacorta, Porsche Festival; 29-31 ottobre Monza), in una nuova ed importante collaborazione con Porsche Italia, che si aggiunge alla lista delle esclusive partnership del Metodo Classico italiano, brindisi della Carrera Cup i cui vincitori saranno premiati con una Magnum con etichetta esclusiva. Bar, ristoranti e hotel del Lago di Como ospitano la “Whisky Week”, la settimana dedicata ai migliori whisky provenienti da Scozia, Irlanda, Stati Uniti, Giappone e Italia, con la regia del Whisky Club Italia, primo di una serie di incontri itineranti che toccheranno nei prossimi mesi le tantissime città italiane in cui si annidano appassionati di distillati, che culminerà nei banchi di assaggio il 29 agosto a Villa Revel Parravicini. A Milano, “Eataly presenta: illustri all’aperto”, la rassegna artistica di “Eataly All’aperto”, il ristorante riallestito “en plein air” di Eataly Milano Smeraldo, che cambia il volto di Piazza XXV Aprile grazie alla creatività degli illustratori in live painting: Ilaria Faccioli (29 giugno), Francesco Poroli (27 luglio) e Luca Font (32 agosto).
Dal 18 al 20 giugno 2021, il Kurhaus di Merano, contornato dalla magia e dai profumi del “Merano Flower Festival”, va in scena invece l’Anteprima del “Merano WineFestival 2021 - Back to the roots”, con l’evento “Naturae Et Purae”, quest’anno dedicato al valore della biodiversità e della sostenibilità ambientale e ad un pubblico selezionato, in un percorso sensoriale tra aromi e profumi della natura abbinati alla purezza del vino e le sessioni “Campania Felix - Blanc de Blanc”, dedicata ai bianchi campani, “Cult Enologist”, con i migliori vini dei 10 enologi cult di fama internazionale selezionati tra 50 cantine, “Catwalk Rosè”, rassegna dedicata a rosè e bollicine, un “Think Tank” digitale sulla sostenibilità della filiera vitivinicola sulla piattaforma WineHunterhub (che integra l’evento), e “Flower Cocktail&Drink”, tra le prime bartender competition del 2021 in presenza in Italia. I vini dell’arco alpino e i loro produttori sono i protagonisti di “Vinifera Forum”, in tutto il territorio del Trentino, tra degustazioni, conferenze tematiche in presenza e online, proiezioni di film, visite guidate nei vigneti e in cantina, fino a fine agosto. Con il Comitato Mostra Valle di Cembra torna anche la Mostra “Müller Thurgau: Vino di Montagna”, con Trentino Marketing e la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nelle #trentinowinefest, il 29 luglio e il 1 agosto a Cembra e nel suo territorio, tra degustazioni, incontri e masterclass con base a Palazzo Maffei, accanto alle visite ai vigneti, cene sotto le stelle, itinerari da percorrere a bici o a piedi, musica e bontà, e, come da tradizione, la premiazione dei vini vincitori del Concorso Internazionale Vini Müller Thurgau. Prima però, c’è “A tutto Müller”, dall’1 all’11 luglio su tutto il territorio. Tra le vigne della Valle d’Aosta è tempo invece dei “TraMonti diVini di Grosjean Vins”, ovvero il fascino di un calice di vino degustato nello splendore del crepuscolo, in un insolito viaggio tra Cru, musica jazz e aneddoti, in un’esperienza sensoriale immersi nella bellezza della natura (il 30 luglio e il 6,13 e 20 agosto).
E torna anche il più importante evento dedicato alle etichette dell’Alto Piemonte, con la regia del Consorzio Tutela Nebbioli Alto Piemonte: “Taste Alto Piemonte”, fino al 27 giugno, in una veste inedita in cui pubblico sarà coinvolto con una ricca offerta di attività sul territorio e per il territorio, dalle risaie alle colline dei pregiati vini, dai parchi naturali alle cime del Monte Rosa, con “Taste Alto Piemonte Experience”, weekend dedicati alla scoperta del territorio e delle bellezze del luogo, delle cantine e delle aziende agroalimentari, e le “Taste Alto Piemonte Wine Weeks”, che vedranno la partecipazione di oltre 50 tra enoteche e vinerie, ristoranti, bar e trattorie situati sul territorio, dove sarà possibile degustare i vini delle diverse cantine. Il “Premio Gavi-La Buona Italia” promosso dal Consorzio Tutela del Gavi con The Round Table e dedicato a “Il vino 2021: one year after”, torna invece il 9 luglio a Gavi per premiare le “buone pratiche” di chi, tra cantine e consorzi di tutela, per far fronte alle difficoltà dettate dall’emergenza sanitaria, ha incrementato la propria capacità di resilienza attivando progetti creativi in materia di promozione, comunicazione, marketing e commercio, che resteranno anche in futuro (nella giuria c’è anche WineNews). Un ritorno anche per “Di Freisa in Freisa”, dal 10 al 12 settembre a Chieri, la “Città dalle 100 torri”, tra degustazioni guidate, incontri di approfondimento, proposte culturali ed enogastronomiche con il Consorzio Freisa di Chieri e Collina Torinese che lancia anche una sfida agli appassionati con un “Freisa Game” sulle proprie pagine social. È invece una prima volta quella della Docg Terre Alfieri che, dalle bellissime colline che costeggiano il fiume Tanaro tra le città di Asti e Alba e legata al poeta astigiano Vittorio Alfieri, si affaccia nel ricco panorama vinicolo piemontese con il Terre Alfieri Arneis e il Terre Alfieri Nebbiolo, ottenuta nel 2020, garantita e tutelata dal Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, e risultato di un percorso durato quasi dieci anni, e che debutterà ufficialmente a “La Barbera Incontra”, il Festival agrimusicalletterario, dal 18 al 20 giugno a San Damiano d’Asti. Moda e vino s’incontrano a Nizza Monferrato, nell’Antica Casa Vinicola Scarpa che torna ad aprire le porte al pubblico con la mostra “Calici e tessuti-Abiti tra storia e moda” (19 giugno-30 settembre), un viaggio interattivo nell’evoluzione del costume e del gusto dal Quattrocento ad oggi, a cura dei giovani stilisti e creativi Fabio Lo Piparo e Gianluca Saitto, che nei loro atelier milanesi riproducono abiti d’epoca e artistici, accanto all’esposizione delle opere dell’artista orientale Ding Tan, arrivato dalla Cina in Italia per studiare le tecniche pittoriche rinascimentali, con particolare attenzione agli abiti, alle stoffe e al senso del lusso dell’epoca, e gli abiti dell’Atelier Carneri dipinti dal maestro. Con eventi diffusi in tutta la Liguria è di scena anche “Slow Fish 2021”, la biennale di Slow Food dedicata al mare e a tutti i suoi abitanti, a partire dal 3 giugno e poi nel centro storico di Genova dal 1 al 4 luglio, in concomitanza con il Congresso Nazionale di Slow Food Italia. Nell’attesa ci sono due gustose anticipazioni organizzate in collaborazione con la Condotta Slow Food Genova Giovanni Rebora nel nuovissimo spazio di QBA - Craft Beer, Food & Beershop, sono i Laboratori del Gusto dedicati a “Le birre e gli affumicati” e “Le birre e i muscoli” (17 e 24 giugno), e i “Presìdi Aperti”, il 26 e 27 giugno in Liguria, dalla pesca artigianale all’olio extravergine, dalle mille sfumature del chinotto allo sciroppo di rose. Sempre con la Chiocciola, il 20 giugno è la “Festa della Biodiversità”, davanti a Eataly Lingotto a Torino, una giornata alla scoperta dei produttori dei Presìdi e delle Comunità Slow Food del Piemonte, con attività didattiche per tutti.
Bardolino torna a vestirsi di rosa per uno dei primi grandi eventi pubblici sul Lago di Garda dedicati al vino nel post pandemia: dal 18 al 21 giugno, Villa Carrara Bottagisio ospita “OggiRosa”, kermesse dedicata ai rosati italiani italiani con la regia di Rosautoctono, l’Istituto per il vino rosa autoctono italiano che raccoglie i Consorzi di Tutela del Chiaretto di Bardolino, del Valtènesi, del Cerasuolo d’Abruzzo, del Castel del Monte Rosato e Bombino Nero, del Salice Salentino Rosato e del Cirò Rosato, in collaborazione con il Comune di Bardolino e la Fondazione Bardolino Top. Ospiti d’onore le “nuove” bollicine rosa del Prosecco Rosé con il Consorzio Tutela Prosecco Doc, e ci saranno anche una serie di webinar sulle Denominazioni per la stampa e gli operatori degli Stati Uniti, guidati dalla giornalista americana Katherine Cole, e della Cina, e “100 Note in Rosa”, la rassegna degli aperitivi musicali con il Chiaretto di Bardolino. Ma il Lago di Garda è la cornice anche del Festival “Spumantitalia”, dal 2 al 4 luglio a Garda, con le piccole e grandi realtà del mondo spumantistico italiano ed internazionale protagoniste di degustazioni e masterclass, incontri culturali e talk show a Palazzo Piccini Carlotti. La “Master Bubble’s-Lectio Magistralis” approfondirà il sistema spumantistico italiano partendo dalle basi storiche e attraverso le conoscenze scientifiche e sarà presentato il “Bubble’s Network”. Solo per gli addetti ai lavori, invece, fino al 19 giugno il Consorzio Colli Berici e Vicenza organizza il press tour “Colli Berici: tra vigne, ville e vie” dedicato alle magnifiche ville palladiane, alla natura incontaminata delle verdi colline che circondano Vicenza, ed ai vigneti che corrono fin sui dolci pendii di origine vulcanica dove nascono i suoi vini, tra cantine come Puntozero, Cavazza, Inama, Dal Maso e Pegoraro. E dai Colli Berici è ripartito anche “Ristogolf”, l’evento dell’Associazione Ristoratori Albergatori & Co. Golfisti che unisce lo sport all’alta ristorazione, e che nel 2021 abbraccia anche la cultura e il patrimonio artistico italiano nel Circuito Ristogolf 2021 by Allianz in tutta Italia con 5 appuntamenti sui campi più belli e con importanti chef ospiti fino ad ottobre. Sempre per addetti ai lavori, è, il 24 giugno, l’anteprima per la stampa di “Off the Skins”, la mostra celebrativa delle prime sei decadi di successo del Pinot Grigio di Santa Margherita, in collaborazione con i giovani studenti dell’Istituto Europeo di Design di Venezia, dove ad ospitarla sarà il Convento di San Francesco della Vigna, il più antico vigneto urbano di Venezia, curato dagli agronomi della griffe. Tra i vigneti del Prosecco Docg ad Asolo, e sempre per addetti ai lavori, la storica cantina Montelvini svela la sua ultima esclusiva etichetta con “Discovering F 333 M” (24-25 giugno). Anche i vini dei vignaioli naturali tornano protagonisti del Salone “Natural Born Wines”, il 20-21 giugno per operatori e appassionati nel giardino della settecentesca Villa Boschi a Isola della Scala nella campagna veronese, tra risaie, fossati e antiche corti rurali, con le etichette che nascono in piccole cantine da viticoltori che praticano un’agricoltura rispettosa dell’ambiente, selezionate da Sorgentedelvino, lo storico salone emiliano del vino naturale.
Umberto Cesari presenta “Vincontro”, ciclo di eventi a tema in cantina, a Castel San Pietro Terme. per raccontare il vino attraverso la cultura, l’arte, lo stile e il talento di ambasciatori del made in Italy del mondo del food, dell’automotive, dello sport, della tecnologia, dell’arte, del beauty, del teatro e della salute, accompagnati da raffinati vini e piatti prelibati che di volta in volta uno chef ideerà esclusivamente per l’evento e in omaggio all’azienda ospite (fino a novembre). Ma la cantina lancia anche nuove “Experience e degustazioni”, da “Hatha e degustazione”, un’esperienza di benessere completo per arricchire corpo e anima tra i vigneti, il 24 giugno e il 15 settembre, con Francesca Senette, giornalista, life coach & yoga teacher, alla degustazione “Pink Hour”, un’esperienza in rosa per scoprire tutte le sfumature gustative e olfattive di Costa di Rose Sangiovese Rosé guidata da una sommelier, fino alle passeggiate tra i vigneti con la degustazione della linea di vini Moma. “Cena in Cava” è invece in programma a San Giovanni in Galilea nella Cava di Ripa Calbana, della CABE s.r.l., che ha concesso questo luogo di grande fascino per ospitare le cene dei migliori chef emiliano-romagnoli (Alberto Faccani del Ristorante Magnolia di Cesenatico, 2 stelle Michelin, Riccardo Agostini del Ristorante Piastrino di Pennabilli, 1 stella Michelin, e Paolo Teverini, dell’omonimo ristorante di Bagno di Romagna, il 29 giugno, 13 e 27 luglio) in collaborazione con CheftoChef e i produttori della Valle dell’Uso. Anche il Consorzio Vini di Romagna, sempre per addetti ai lavori, rilancia “Vini ad Arte edizione 2021-Quando l’uva è un capolavoro”, il 27-30 agosto con un nuovo format che vedrà protagonisti del press tour il territorio riminese, con una tappa di soggiorno in “stile felliniano” al Grand Hotel di Rimini, l’imolese e il faentino con la consueta degustazione tecnica al Mic di Faenza. Con la Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Forlì e Cesena il 26 giugno a Cesenatico è di scena il “Cesenatico Wine Festival”, tra degustazioni dei vini dell’entroterra romagnolo, musica e divertimento.
Grande evento biennale, il 2021 è l’anno anche di “Bolgheri Divino”, il 4 settembre, l’en primeur del Consorzio per la Tutela dei Vini Bolgheri e Bolgheri Sassicaia Doc con il Bolgheri Superiore 2019 in degustazione guidata, e con la possibilità di assaggiare anche il Bolgheri Rosso 2020 in location uniche, selezionate del celebre e prestigioso terroir. E la sera al tramonto il Viale dei Cipressi di Bolgheri tornerà a fare da sfondo ancora una volta alla cena di gala con i produttori e le loro etichette. Nello scenario delle colline toscane, l’agriturismo Tenuta Poggio Casciano, sede della Locanda Le Tre Rane-Ruffino e dell’Agriresort Poggio Casciano, tra le architetture rinascimentali e il rinnovato Parco alberato, Ruffino presenta invece “Sotto le Stelle”: degustazioni, aperitivi e merende-cene toscane, poesia, cinema e musica dal vivo, per riassaporare la magia dello stare insieme, fino a settembre. Palazzo Vitelli Sant’Egidio a Città di Castello ospita “OnlyWine” (19-20 giugno), Salone dei giovani produttori under 40 e delle piccole cantine selezionate da Ais-Associazione Italiana Sommelier, che farà da apripista agli eventi in presenza con pubblico dopo questo lungo periodo di assenza, con una formula interamente outdoor nel rispetto delle regole di sicurezza vigenti. A Trevi “Capitale dell’Olio”, il 19 giugno, è tempo di una “Merenda nell’Oliveta”, un’escursione a piedi tra il “Sentiero degli Olivi” e la “Via di San Francesco”, dove il panoramico Ninfeo e l’Uliveto di Villa Fabri sono il palcoscenico di una serie di iniziative culturali ed enogastronomiche all’aria aperta.
A Roma, il Giardino delle Cascate all’Eur, dal 13 al 17 luglio, ospita “Vino X Roma”, evento Excellence in collaborazione con Eur spa, dove il vino italiano incontra la grande ristorazione della Capitale, il tutto sotto il segno della sostenibilità ambientale, economica e sociale, per fare il punto sui progressi in termini qualitativi che disegnano i contorni di una produzione sempre più evoluta e amica del territorio, complice la svolta “green” intrapresa da un numero di aziende in crescita esponenziale. Tra show cooking, talk animati da professionisti del settore, presentazione di volumi e incontri con gli scrittori, degustazioni tematiche a cura della Fondazione Italiana Sommelier (F.I.S.), 3 mini corsi amatoriali di avvicinamento al vino. Una degustazione immersa nell’arte e una performance in cantina, sono di scena il 2 luglio all’azienda Donnachiara a Montefalcione con l’artista Alex Caminiti, per la presentazione della linea “Kapemort-unconventional wine”, da lui stesso curata nel design: l’esoterismo di Napoli appare vivido sulle bottiglie attraverso colori brillanti e crudi, che arrivano diretti all’occhio dello spettatore e le etichette celebrano la memoria del popolo campano attraverso la cultura, la geografia e i personaggi storici più incisivi, dalle Sibille a Maradona.
Promuovere la cultura del verde e i valori legati alle tematiche ambientali, come elemento di decoro urbano, coinvolgendo i cittadini nel riappropiarsi della loro città e nel farla ripartire, è l’idea della prima edizione del Concorso “Brindisi in Fiore” promosso dalle aziende Tenute Rubino, Tenute Lu Spada, Agricole Vallone, Botrugno, Risveglio Agricolo, Masseria Masciullo e Masseria Incantalupi per abbellire la città di Brindisi, grazie al decoro floreale di balconi, terrazzi e davanzali (fino al 10 luglio). Cuoco poliedrico, attore, comico, cantante, Andy Luotto il 23 giugno al Riva Restaurant Lounge Bar di Falerna presenta e con Francesca Mannis, food and beverage pairings, e il gustosofo Michele Di Carlo le nuove strade della cucina contemporanea e del food pairing, un’esperienza artistico/sensoriale a tutto tondo in cui sarà
possibile degustare nuovi piatti e drink. Celebrando una stagione di risveglio e di rinascita, fino al 29 agosto, invece, l’esposizione “Liberty Flowers” dell’artista Gabriella Ciancimino, in collaborazione con la Galleria Gilda Lavia, rappresenta il primo passo del nuovo percorso artistico “Cottanera Visioni”, la rassegna voluta dalla griffe siciliana che ospiterà ogni anno in cantina un artista e le sue opere con l’obiettivo di creare un museo a cielo aperto alle pendici dell’Etna. Proprio un pietraio di forma piramidale al centro di un vigneto, creato dai contadini locali accatastando le pietre nel disassamento del terreno, come altri diffusi nel terroir e soprannominati “le piramidi dell’Etna”, ha ispirato le opere del progetto “Radio Fonte Centrale_Stazione Etna” dell’artista. Si resta sull’isola, per il “Radicepura Garden Festival” dedicato ai giardini per il futuro, dal 27 giugno al 29 dicembre nello splendido scenario del parco botanico Radicepura a Giarre scenario che torna ad ospitare la Biennale internazionale del garden design e dell’architettura del paesaggio del Mediterraneo che coinvolge grandi protagonisti del paesaggismo, dell’arte e dell’architettura, giovani designer, studiosi, istituzioni, imprese.
Infine, con “ViniVeri Ristoranti 2021” il 28-29 giugno 77 vignaioli del Consorzio ViniVeri saranno protagonisti di appuntamenti che si svolgeranno in diversi ristoranti d’Italia, Slovenia e Spagna con cene e degustazioni delle nuove annate, di nuovo insieme a 18 mesi dall’ultimo evento in presenza, ad Assisi, e dopo due edizioni dell’annuale evento di Cerea annullate. Un abbraccio ideale che coinvolge tutta la Penisola e travalica i confini.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021