02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’AGENDA DI WINENEWS

Dagli appuntamenti in tutta Italia agli eventi di territorio, il vino torna protagonista in agenda

Dai “Picnic in Cantina” a Latium Wine Festival, da Wine&Thecity alla “Douja d’Or”, da “Soave Versus” ad “Al Mèni”, dalle Acetaie Aperte al Gelato Day

Un grande classico, rivisitato e riscoperto in tempi di distanziamento sociale e regole da seguire, sempre gourmet, in cui un calice di buon vino non manca mai, e con un tocco chic: ecco “Picnic in Cantina”, edizione n. 1 di un evento che prosegue nel grande evento delle “Cantine Aperte in Vendemmia”, promosso dal Movimento Turismo del Vino in tutta Italia, tra visite in vigna ed in cantina, degustazioni e tanto altro, per vivere l’atmosfera della raccolta delle uve (a settembre ed ottobre), proposte ai wine lovers ed agli enoturisti in collaborazione con Picnic Chic per sostenere la ripresa del turismo del vino e riscoprire il lusso delle cose semplici e della vita all’aria aperta. È questo uno degli eventi wine & food, che WineNews segnala in un’agenda in cui il vino torna protagonista, dagli eventi nazionali a quelli di territorio, che, l’emergenza Covid non ferma, nel rispetto di regole e distanze, ma anzi, con nuovi che nascono: come “Latium Wine Festival”, una piattaforma di eventi e comunicazione pensata da Gelasio Gaetani D’Aragona, Sabina Minutillo Turtur e Vienna Eleuteri Held, per far ri-conoscere il Lazio come territorio del vino in cui la vite è presente fin dall’antichità, con uno sguardo di insieme in chiave di “brand”, con un occhio alla sostenibilità, ma anche a monumenti, dimore, parchi d’eccellenza e litorali celebri in tutto il mondo, e che ha in già in programma la live conference “Vino, terroir e Sostenibilità. Il valore tangibile e intangibile” (15 ottobre su Zoom, con Eleuteri Held ed esperti di finanziamenti per la sostenibilità), e la due-giorni “I vini del Lazio e il Rinnovamento” alla Casa delle Culture (22 ottobre) ed al Crea (23 ottobre, aperto al pubblico ed online) a Velletri. Dove, andranno in scena la presentazione del video manifesto “Saturnia Tellus”, l’Età dell’Oro che ebbe inizio nella narrazione mitologica con la cacciata dall’Olimpo di Saturno che si insediò nel Lazio dando vita a un’epoca eroica di civilizzazione e prosperità, il concerto “Le melodie del Terroir”, interpretato dalla pianista Luisa Prayer e dalla mezzosoprano Monica Bacelli e le degustazioni a cura di Gelasio Gaetani dei 12 vini ambassador, con la presentazione dei 12 produttori selezionati e talk di esperti sulle prospettive future. Di grande interesse anche la talk con buyer e importatori. Momento clou, la presentazione del Patto per la Sostenibilità. Da Alessandro Scorsone a Riccardo Velasco, da Attilio Scienza a Pier Giacomo Sottoriva, Daniela Scrobogna, Mario Gaeta, Luca Boccoli, Floriana Risuglia e Claudia Meo, sono solo alcuni degli esperti del Comitato Scientifico per rilanciare il territorio e comunicarne la ricchezza, il tessuto culturale, storico, archeologico e paesaggistico e allo stesso tempo l’innovazione imprenditoriale che oggi lo caratterizza, con padrini d’eccezione come ndr). Nell’attesa, per chi ama la bellezza ma resta in città, oggi a Napoli, Wine&Thecity apre le porte del Complesso Monumentale Donnaregina-Museo Diocesano di Napoli, per una visita guidata alle opere d’arte dal Gotico al Barocco, tra tele, dipinti, sculture ed ori, con degustazione narrata dei vini delle cantine Mastroberardino e Tommasone Vini.
In Piemonte prosegue la “Douja d’Or 2020”, fino al 4 ottobre, tra Asti e tutto il Monferrato Patrimonio Unesco, con la regia della Camera di Commercio di Asti, Piemonte Land of Perfection, guidata da Matteo Ascheri, che riunisce 14 Consorzi del vino del Piemonte, e ancora con la partnership dei Consorzi dell’Asti e del Moscato d’Asti e del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, e la collaborazione dell’Ente Turismo Langhe, Monferrato, Roero. Evento “in presenza” ma anche in sicurezza, grazie a prenotazioni on line e accessi contingentati. Sul palco i grandi vini del Piemonte, i sapori del territorio, masterclass, chef come Alessandro Borghese, ambassador d’eccezione delle “dolci bollicine” dell’Asti, e non solo, per un programma che si sviluppa tra i palazzi storici, le piazze, i teatri ed i ristoranti del territorio. Alla Hic et Nunc, giovane realtà vitivinicola di Vignale Monferrato, che ha inaugurato e aperto al pubblico la sua “cantina trasparente”, è di scena, invece, “Vignaiolo per un giorno”, un appuntamento dove scoprire i segreti del vino, dalla vigna alla cantina, con momenti dedicati alla degustazione dei vini e delle specialità gastronomiche del territorio. Dal Monferrato alle Langhe, continuano gli appuntamenti de “La via selvatica”, il progetto curato da Matteo Caccia e proposto dalla famiglia Ceretto, composto da 12 dialoghi che faranno emergere le esperienze profonde dei protagonisti (dal 12 settembre, ogni 12 del mese fino a settembre 2021, con i primi interventi online, mentre, a partire dal 2021, il pubblico potrà finalmente assistere dal vivo agli incontri), in un percorso che dà voce alla natura selvatica e autentica, alle sue regole immutabili, alla sua ostinata capacità di ripetersi, alla sua ricerca di un’armonia smarrita, di un equilibrio virtuoso in cui l’uomo sia capace di interagire con rispetto nella consapevolezza che la vera protagonista è la natura. Tra i prossimi ospiti, anche Paolo Pejrone, paesaggista, Mauro Berruto, allenatore sportivo, la chef Ana Roš, Emilio Previtali, esploratore, Ambrogio Beccaria, navigatore, Luca Mercalli, meteorologo, Mia Canestrini, lupologa, Nadia Terranova, scrittrice, Franco Cardini, storico, Tommy Kuti, musicista, e il semiologo Stefano Bartezzaghi. E prosegue anche “#FreisaFriday”, il nuovo progetto, ideato dal Consorzio Freisa di Chieri e Collina Torinese, per promuovere i tesori enogastronomici del territorio e sostenere la ripartenza in questo periodo critico, trasportando la narrazione delle eccellenze vitivinicole e culinarie dal virtuale al reale. Ogni venerdì, fino alla fine dell’anno, sulle pagine Facebook e Instagram del Consorzio un insieme di mini-documentari di alta qualità, realizzati dall’agenzia di comunicazione SocialITA, racconteranno storie di eccellenza e artigianalità, di sapore e passione, ma anche di resilienza e imprenditoria virtuosa, per dare voce al territorio in un modo inedito e trasversale.Una tre giorni con ragionamenti, riflessioni attorno al mondo del vino e, naturalmente, degustazioni, dal 25 al 27 settembre, è di scena invece con l’Acqui Wine Days, evento dal sottotitolo orgogliosamente territoriale (Monferrato, talento straordinario), in calendario ad Acqui Terme, e tutto dedicato al Brachetto d’Acqui e all’Acqui Docg Rosé, nuova declinazione enologica non dolce da uve Brachetto in versione sia spumante sia di vino “fermo”.
Tornando a Milano, per la prima volta, lo spazio Identità Golose, ospita il progetto Fish & Chef, il 28 settembre, facendo incontrare chef e pasticcieri del Benaco - così era chiamato il Lago di Garda dagli antichi - che si cimentano in un dialogo che ha come grammatica l’utilizzo delle materie prime locali. Restando in città, a riaprire le porte è anche l’Accademia Gualtiero Marchesi, la scuola di cucina fondata dal maestro, dove tornano le Esperienze di Cucina in presenza, col primo appuntamento per il 26 settembre con “Riso, il piatto del maestro spiegato secondo le sue interpretazioni”. Dal 1 ottobre parte invece “Imparare a cucinare”, otto lezioni tra ottobre e novembre in cui apprendere e sperimentare in prima persona, sotto lo sguardo attento di un cuoco dell’Accademia che ha lavorato con Marchesi, la tecnica e i metodi del maestro. Milano, ed il suo territorio dove ha preso il via l’iniziativa dello chef Carlo Cracco per Sos Villaggi dei Bambini, destinata alle aziende che vogliono offrire un pasto "stellato” a clienti, fornitori o dipendenti, consegnato a casa o in azienda, a pranzo o a cena, ed il cui ricavato servirà a supportare le attività di sostegno scolastico, laboratori e attività sportive per i bambini e ragazzi che vivono nei Villaggi in Italia. In Franciacorta, c’è tempo fino al 31 ottobre, per visitare “Albaura”, la mostra alle opere del maestro Lorenzo Fontana nella Galleria d’Arte Contemporanea della cantina La Montina: il termine Albaura esprime il concetto cardine e ispiratore di tutta la collezione del giovane e poliedrico artista di Verolanuova, ovvero la suggestione creata dall’equilibrio tra colore e segno, che si traduce in un’abile tecnica mista, spaziando dall’olio all’acrilico e utilizzando anche il segno della matita e l’oro. In esposizione, quadri e pezzi di design (quali lampade, vasi, piccoli oggetti).
In Friuli, continuano le cene-laboratorio organizzate nei 20 ristoranti del Consorzio Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori che - per lasciare un segno concreto dei suoi primi 20 anni di attività - ha lanciato il progetto “La Nuova Cucina”, in scena fino al 29 ottobre, ma di cui le cene sono solo un punto di partenza, e che i ristoratori del gruppo guidato da Walter Filiputti vogliono condividere con tutta la ristorazione regionale. Intanto le cene-evento sono firmate da due chef del Consorzio e da un giovane chef-promessa del territorio. In Veneto, intanto, continua “Soave Versus”, uno degli eventi più longevi del vino italiano, che si trasforma, all’insegna di “Dream Verona & Drink Soave”, da tre giorni di kermesse nel borgo di Soave, in un mese intero di appuntamenti che coinvolgono i migliori ristoranti di Verona e del territorio, in una grande degustazione continua e diffusa con uno dei vini bianchi più famosi d’Italia abbinato a piatti pensati ad hoc dagli chef, con la collaborazione dell’Associazione Hostaria (fino al 7 ottobre). Si resta a Verona, per la rassegna musicale “100 Note in Rosa Festival”, dove, il 26 e 27 settembre, nei calici ci saranno Chiaretto e Bardolino, sul grande prato alberato del Bastione di San Bernardino, in compagnia della musica dal vivo di alcuni dei migliori artisti veronesi. E dall’1 al 4 ottobre il meglio della tradizione enogastronomica del Lago di Garda, Bardolino e Chiaretto in primis, è protagonista anche di “Bardolino con Gusto”, tra il Parco Carrara Bottagisio e il Lungolago Cornicello, in cui poter pranzare o cenare, degustare etichette di oltre 60 cantine e godersi musica live, con la regia della Fondazione Bardolino Top. Bosco del Merlo, griffe del Prosecco, inaugura l’autunno con un’esclusiva cena aperta al pubblico nella splendida cornice della Villa di Casa Paladin, il 29 settembre, dove lo chef atellato Graziano Prest, patron del ristorante Tivoli di Cortina d’Ampezzo, firmerà un inedito menù degustazione, fatto di piatti sapientemente elaborati e proposti in abbinamento a pregiate Riserve dal caveau della cantina. E, sarà la “Passeggiata nel Bosco” il fil rouge della serata: un viaggio gustativo nella magia dei sapori autunnali, dove protagonisti saranno i deliziosi frutti che questa stagione regala.
Nel nome di un mostro sacro come Federico Fellini e del centenario dalla sua nascita, il 20 gennaio del 1920, Rimini accetta la sfida del distanziamento e delle misure di sicurezza, e porta in scena un’edizione speciale di “Al Mèni”, dal 25 al 28 settembre, con la regia dello chef n. 1 al mondo Massimo Bottura. Dedicata al grande maestro del cinema, con uno speciale Circo 8 1/2 di sapori, nella sua città natale, simbolo della “dolce vita” anche a tavola, Al Mèni per la prima volta, andrà in scena nel cuore di Rimini, in una Piazza Cavour e nel vicino giardino delle Mimose trasformate dalle circensi atmosfere felliniane. E per celebrare un maestro, non può che esserne protagonista un altro: tra i grandi chef ci sarà ovviamente Bottura, chef patron dell’Osteria Francescana di Modena e fondatore della onlus Food for Soul, insieme a 12 chef stellati emiliano-romagnoli e 12 talenti della gastronomia italiana contemporanea. Ma ci saranno anche streetfood d’autore, mercati dedicati ai prodotti d’eccellenza del territorio, labstore di artigiani, incontri e laboratori curati da Slow Food e una cena spettacolo nel centenario artusiano. Ci si sposta a Fico Eataly World, il parco dedicato al cibo più grande del mondo, a Bologna, dove sono tanti gli appuntamenti in programma per settembre, e, tutti i week end, i bambini possono trasformarsi in veri e propri vignaioli di altri tempi, con attività come caricare l’uva su trattorini appositi, e pigiare più succo d’uva che si può. Ma è tempo anche di “Acetaie Aperte”, il 27 settembre, appuntamento promosso dal Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena Igp e dal Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop, con 30 acetaie della provincia modenese baluardo della ripartenza, dopo il lockdown per l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19.
Per festeggiare la tradizione della vendemmia, tra i vigneti di Brunello a Montalcino, il Rosewood Castiglion del Bosco (Ferragamo), propone un soggiorno esclusivo all’insegna del momento più atteso per i cultori del vino, fino al 4 ottobre. E tra le tante cantine pronte a tornare ad ospitare wine lovers, c’è anche Lungarotti che, per “Cantine Aperte in Vendemmia”, ha in programma una serie di appuntamenti speciali, tra tour in cantina e degustazioni, senza dimenticare l’occasione per visitare o tornare a visitare il più importante museo del vino italiano: il Muvit, a Torgiano. E fino al 19 ottobre, è aperto il bando per il “Premio Mesa”, seconda edizione del premio voluto dalla sarda Cantina Mesa, di Gavino Sanna, per giovani chef e ristoratori di età tra i 20 e i 35 anni, attivi in Sardegna, per incoraggiarli a sviluppare le proprie competenze ed il proprio impegno nel settore. Un concorso che permette al vincitore di frequentare un Master di alta formazione all’Accademia Niko Romito, giudicato da una giuria composta da Sanna, con Giovanni Fancello, giornalista, gastronomo e scrittore, Ivan Paone, vice direttore de L’Unione Sarda, Anais Cancino, l’esperta sommelier @Wineteller, e Albero Piras, sommelier del ristorante stellato Il Luogo di Aimo e Nadia.
In tutta Italia, nuove tappe per il roadshow dell’Alto Adige, organizzato dal Consorzio Vini Alto Adige, un viaggio per l’Italia che tocca le maggiori città del Belpaese, per raggiungere gli operatori del settore il cui contatto è mancato a causa dell’annullamento di molti eventi di settore: in ogni location saranno allestiti, in totale sicurezza, due seminari di degustazione guidati dal giovane altoatesino Eros Teboni, Certified Sommelier della Court of Master Sommelier, da Bologna (oggi) a Ferrara (29 settembre), da Roma (30 settembre) a Napoli (6 ottobre) fino a Palermo (7 ottobre). Dai grandi vini ai ristoranti gourmet, con TheFork, fino al 17 novembre, oltre 3.000 ristoranti partner in tutta Italia, la maggior parte nelle più grandi città italiane, da Milano a Roma, da Bologna a Firenze, da Genova a Napoli e Palermo, offrono sconti del 50% alla cassa, al fine di invogliare i clienti a tornare a mangiar fuori con tutte le attenzioni al periodo storico che stiamo vivendo (un’iniziativa promossa con oltre 3 milioni di euro investiti in partnership con San Pellegrino e Identità Golose, ndr). Sguardo anche fuori confine, a Klagenfurt in Carinzia, nell’Austria meridionale, dove, fino al 27 settembre, tornano le “Giornate della Cucina Alpe-Adria”: 15 chef ospiti, 25 ristoranti, più di 30 piccoli e selezionati eventi culinari e oltre 45 produttori che, con l’ufficio turistico locale, inviano un segnale di amicizia e solidarietà alle vicine Italia e Slovenia proponendosi come luogo d’incontro per scambi culinari, culturali ed economici. E per concludere in bellezza e bontà, oggi, nelle gelaterie in tutta Italia, torna “Gelato Day 2020”, l’appuntamento goloso dedicato al gelato artigianale, uno dei prodotti gastronomici più amati di sempre, e l’unico cui finora l’Unione Europea abbia dedicato una giornata ad hoc. Un’occasione per supportare il gelato artigianale ed i maestri dell’arte gelatiera che hanno reagito al difficilissimo periodo lanciando un messaggio di coraggio, speranza e irriducibile creatività, ponendo le basi per una tangibile ripresa tra delivery e nuove aperture.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020