02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TASTE 2019

Di scena Taste 2019: da domani all’11 marzo, Firenze è la città del gusto

Torna la tre giorni by Pitti Immagine dedicata al mondo culinario. Con laboratori, talk, i tradizionali Taste Ring e i tanti eventi Fuori di Taste

Un viaggio alla scoperta di ogni sfumatura del gusto, da quello più tradizionale a quello più inaspettato, dalla storia all’etica che c’è dietro. Tutto questo prende vita, come ogni anno, a Firenze: dal 9 all’11 marzo, alla Stazione Leopolda, va in scena Taste, il salone di Pitti Immagine tutto dedicato appunto al gusto. Quest’anno saranno oltre 400 le aziende protagoniste della tre giorni, con un focus sul Pianeta Pane, il trend che spopola adesso e che vede la riscoperta dell’antica arte di fare pane, in tutte le farine è il caso di dire. E non solo: tornano gli amati Taste Ring, e, come sempre, tutta la città di Firenze dà il benvenuto a Taste, con tanti eventi Fuori di Taste.
Ad ogni modo, novità o no, Taste mantiene l’anima di sempre, o meglio le anime: è sì piattaforma di business, ma allo stesso tempo contenitore di tendenze e idee che nascono nella scena culinaria. Dove si impara, si prova sulle proprie mani, ci si confronta e si scoprono tanti nuovi trend. Come quello al centro di questa edizione, il pane: a lui e alla sua lavorazione sono dedicati talk, scuole e laboratori per grandi e piccini. E non mancano anche gli amatissimi e tradizionali Taste Ring, gli incontri condotti dal Gastronauta Davide Paolini nel foyer del Teatro dell’Opera di Firenze: “Ritorno alla Trattoria?” (9 marzo) sul fenomeno del nuovo successo delle trattorie con Marco Bolasco, curatore della Guida Osterie d’Italia Slow Food e direttore enogastronomia e varia Giunti Editore, Federico Malinverno, presidente dell’associazione Premiate Trattorie Italiane, Fabio Picchi, patron de Il Cibreo, e Andrea Gori, il sommelier informatico alla guida della Trattoria Da Burde; e “Il sociale nel piatto degli chef” (10 marzo), un viaggio tra solidarietà e cultura attraverso due grandi iniziative benefiche realizzate dagli chef stellati Massimo Bottura e Massimiliano Alajmo, rispettivamente il progetto dei Refettori e l’evento “Gusto per la Ricerca”, che saranno a Taste per raccontarle.
Tutta la città sarà animata da FuoriDiTaste, uno dei più ricchi cartelloni di eventi fuorisalone dedicati al wine & food in tantissimi tra i più celebri locali,
da Riccardo Barthel al De’ Frescobaldi Ristorante & Wine Bar (con i vini delle Tenute della griffe che incontrano prodotti di nicchia come Friultrota, Amedei, Acetaia Leonardi 1871 e Famiglia Bifulco), da Eataly al Four Seasons Hotel (dove lo chef stellato Vito Mollica propone nel suo menu il risotto Acquerello), da Villa Cora a La Bottega del Buon Caffè, da Il Santo Bevitore a La Ménagère, da Obicà Mozzarella Bar a Procacci (dove le etichette Antinori sposano i panini e aperitivi Procacci preparati con salmone Upstream, gli aceti balsamici di Acetaia Giuseppe Giusti e il risotto al tartufo dell’Azienda Agricola San Pietro a Pettine), dal Ristorante Gurdulù alla Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu, dal nuovo Toscanino in Rinascente al Golden View, dalla Ditta Artigianale al Caffè Gilli, dal Truffle Restaurant Savini Tartufi al ristorante Konnubio (dove il giornalista e gastronomo Leonardo Romanelli intervista Marco Pirozzi su “Il cibo ideale”, un libro sul mangiare sano che, sulla base della tesi sull’alimentazione in chemioterapia della figlia Francesca e il supporto di chef stellati, finanzia un progetto di ricerca quale possibile strategia terapeutica antineoplastica; interverrà Massimiliano Alajmo, che ha scritto il capitolo “La bellezza del gusto”, con i piatti della chef Beatrice Segoni ed i vini di Montepaldi), dall’Irene Bistrò (con The Amazing Italian Wine Journey con il sommelier delle star Filippo Bartolotta) alla Pizzeria Santarpia (con una Cena anarchica con Cristiano Tomei e Michele Leo).
Ma, come detto, Taste non è solo trend e curiosità, è una vera e propria hub del mondo gastronomico e culinario: per questo Pitti Immagine punta al mondo intero, attirando l’attenzione di compratori internazionali, tra department store, importatori di food d’eccellenza e alcune delle migliori boutique del gusto di tutto il mondo che, quest’anno, arriveranno da oltre 50 Paesi di tutto il mondo.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

TAG: CIBO, PITTI, TASTE, vino

Altri articoli

TAG: CIBO, PITTI, TASTE, vino