02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Dilaga fra i giovani l’“analfabetismo agricolo”: secondo uno studio della Bayer condotto in 11 Paesi e presentato al Ag Youth Summit, oltre la metà non sa quando matura il grano. Un’impreparazione che non dipende dal livello di istruzione

Non Solo Vino

Meno di un quarto dei giovani dai 18 ai 25 anni nel mondo sa che la cera è un prodotto di origine animale, oltre la metà ignora che il grano si raccoglie in estate, per l’80% il nylon è un prodotto naturale. In Francia, l’84% non immagina neanche che il cotone sia un arbusto, mentre nel Regno Unito solo il 25% sa che l’uva da vino è pronta in autunno. Oltretutto, le conoscenze più o meno profonde, non dipendono dal livello di istruzione: cioè a più alti livelli di istruzione non corrisponde un più elevato grado di conoscenza dell’agricoltura. Ecco “l’analfabetismo agricolo” del XXI secolo, fotografato da un’indagine a campione in undici paesi (Australia, Brasile, Canada, Cina, Francia, Germania, India, Giappone, Sudafrica, Regno Unito e Stati Uniti), presentata da Bayer all’Ag Youth Summit a Bruxelles (www.bayer.com), summit che si ripropone proprio di riconnettere le giovani generazioni all’agricoltura e renderli consapevoli dell’origine del cibo che assumono.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli