02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
DERBY ENOGASTRONOMICO

Dopo l’Italia, la Francia, e Macron accoglie Xi Jinping con i top di Champagne, Bordeaux e Borgogna

Nel bicchiere Pol Roger Sir Winston Churchill 2000, Petrus 2002 e Joseph Drouhin’s Marquis de Laguiche Montrachet 2011
Bordeaux, BORGOGNA, CHAMPAGNE, CINA, MACRON, XI JINPING, Mondo
La tappa francese del Presidente cinese Xi Jinping

Nella sua recente visita italiana, il Presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Kinping, è stato deliziato, nella cena ospitata al Quirinale dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, da alcune delle migliori espressioni enoiche d’Italia: da ciò che è trapelato, di sicuro il Trentodoc della Famiglia Lunelli ed il Marsala di Marco De Bartoli, mentre sulle altre etichette persiste il segreto. Dopo il Belpaese, però, il viaggio europeo di Xi Jinping è continuato, seconda tappa la Francia, e “derby” enogastronomico che appare inevitabile. E che i cugini, duole dirlo, vincono a mani basse: il Presidente della Repubblica Francese Emmanuel Macron ha scelto come luogo del bilaterale la località costiera di Beaulieu-Sur-Mer, portando a Villa Kérylos lo chef tre stelle Michelin Christophe Bacquié, dell’Hotel du Castellet. Tralasciando i piatti, meritano una citazione i vini serviti per la cena, svelati da “Le Figaro”: Champagne Pol Roger Sir Winston Churchill 2000, Petrus 2002, tra le griffe più prestigiose di Bordeaux, e Joseph Drouhin’s Marquis de Laguiche Montrachet 2011, gran cru della Borgogna. Derby vinto? Solo il mercato, che per ora premia la Francia, saprà dirlo ...

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli