02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ALTA CUCINA & SOLIDARIETÀ

Duecento grandi chef e una charity dinner per i futuri cuochi di domani: ecco Ischia Safari

Dai Cerea a Gennaro Esposito, da Giancarlo Morelli a Pino Cuttaia, a riunirli, gli chef di casa Nino Di Costanzo e Pasquale Palamaro (16-17 settembre)
ALTA CUCINA, CEREA, CHEF, GENNARO ESPOSITO, ISCHIA SAFARI, NINO DI COSTANZO, PASQUALE PALMARO, PINO CUTTAIA, SOLIDARIETÀ, Non Solo Vino
Di Costanzo e Palamaro, gli chef artefici di Ischia Safari per gli Isituti Alberghieri

Da Andrea Migliaccio e Salvatore Elefante ai Cerea, da Gaetano Trovato a Gennaro Esposito e Carmine Di Donna, da Giancarlo Morelli a Giuseppe Biuso, da Giuseppe Costa a Paolo Barrale, da Pino Cuttaia a Remo Capitaneo: sono solo alcuni tra i grandi chef, protagonisti, tra 200 interpreti della cucina italiana, cuochi, pasticceri e pizzaioli, di Ischia Safari (Ischia, 16-17 settembre), la kermesse ideata dagli chef ischitani Nino Di Costanzo del Danì Maison di Ischia e Pasquale Palamaro di Indaco a Lacco Ameno, per sostenere i giovani, futuri cuochi di domani, studenti meritevoli degli Istituti Alberghieri italiani.
Protagonisti di Ischia Safari sono il grande chef stellato o il cuoco del buon ristorante locale, il pizzaiolo riconosciuto come il migliore al mondo, quello che ama definirsi Pizzaricercatore ma anche quello riconosciuto a Milano come migliore interprete della pizza napoletana, il grande Pastrychef del ristorante blasonato e quello giovane, creativo e un po’ disruptive, i macellai che la loro carne come nessuno al mondo e prenderesti l’auto per andare nei luoghi più remoti pur di averla, riuniti tutti assieme per una buona causa: dopo Ischia e Spoleto, quest’anno il ricavato della charity gala dinner, di scena il 16 settembre nella baia di Indaco del Regina Isabella, andrà ad una Scuola Alberghiera siciliana, perché è la Sicilia il territorio al centro delle diverse interpretazioni d’autore.
Immerso in una natura rigogliosa, con acque termali e una grande arena in cui batte il cuore di Ischia Safari, il 17 settembre il Parco Termale Negombo vedrà ai fornelli 96 chef in rappresentanza della Campania ma anche di Trentino, Lombardia, Veneto, Toscana e Lazio, 30 pasticceri giovani, giovanissimi e meno giovani, tutti allo stesso modo grandi nella loro arte, 20 pizzaioli in cui Napoli, certo, fa la parte del leone, ma con lei anche Roma, Bologna, Verona e Milano. Ad accompagnare le loro creazioni, vini provenienti dai territori italiani più vocati, a partire dai produttori locali che ricordano come Ischia abbia una storia e un’anima contadina, e come vi si produca vino già da alcuni secoli a.C. (dalle Cantine Mazzella a Casa D’Ambra, da Pietratorcia a Tommasone, da Crateca a Cenatiempo e La Pergola), e da Piemonte e Veneto (con il Prosecco Doc main sponsor), Toscana e Puglia, e naturalmente dalla Sicilia.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli