02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CIBO & SALUTE

Esami di maturità, no caffè, sì frutta fresca: ecco la pagella dei cibi promossi o bocciati

La Coldiretti arriva in aiuto degli studenti in vista dell’esame di domani: il caffè agita troppo, la frutta invece rilassa e aiuta contro il caldo
Coldiretti, MATURITÀ, SALUTE, Non Solo Vino
Dalla Coldiretti le raccomandazioni per la dieta da seguire per la maturità

“Notte di lacrime e preghiere” diceva il cantante Antonello Venditti nella sua “Notte prima degli esami”, vero e proprio inno di intere generazioni che si trovano ad affrontare il temutissimo esame di maturità: da aggiungere ci sarebbe però il caffè. Sì perché migliaia di studenti che, in ansia per l’inizio dell’esame, affrontano sessioni di studio pazze e nottate sui libri abusano largamente del caffè e della caffeina in generale. Anche se, come afferma la Colidretti, non è proprio vero che il caffè aiuti a concentrarsi: certo, tiene svegli, ma contribuisce anche all’agitazione e all’ansia. Il vero alimento che aiuta gli studenti nelle lunghe sessioni di studio è, attenzione, la frutta fresca, che aiuta a rilassarsi e a combattere il caldo che disturba sicuramente la concentrazione. E allora, per “sfatare” altri miti intorno ai cibi più indicati per la Maturità, la Coldiretti ha stilato la “pagella” dei promossi o bocciati. Un aiuto per vincere la preoccupazione viene dagli alimenti ricchi di sostanze rilassanti come, sottolinea la Coldiretti, pane, pasta o riso, lattuga, radicchio, cipolla, formaggi freschi, yogurt, uova bollite, latte caldo, frutta dolce e infusi al miele che favoriscono il sonno e aiutano l’organismo a rilassarsi per affrontare con la necessaria energia e concentrazione la sfida scolastica. Per affrontare il rush finale da evitare, perché possono provocare insonnia e agitazione, sono oltre al caffè, afferma la Coldiretti, anche patatine in sacchetto, salatini e cioccolata che sono invece spesso presenti tra le scorte di emergenza delle ansiose vigilie. Esistono invece cibi che, evidenzia la Coldiretti, aiutano a rilassarsi per la presenza di un aminoacido, il triptofano, che favorisce la sintesi della serotonina, il neuromediatore del benessere e il neurotrasmettitore cerebrale che stimola il rilassamento: la serotonina aumenta con il consumo di alimenti con zuccheri semplici, come la frutta dolce di stagione. Anche le verdure sono consigliate nella dieta del maturando, con a al primo posto, secondo la Coldiretti, la lattuga, seguita da cipolla e aglio, perché le loro spiccate proprietà sedative conciliano il sonno. Bene anche un bicchiere di latte caldo, giusto prima di andare a letto, che oltre a diminuire l’acidità gastrica che può interrompere il sonno, fa entrare in circolo durante la digestione elementi che favoriscono una buona dormita per via di sostanze, presenti anche in formaggi freschi e yogurt, che sono in grado di attenuare insonnia e nervosismo. Certo è che sotto stress la prima cosa a cui si pensa non è certo un’insalata: l’agitazione si combatte anche con lo stomaco, ed ecco che un buon dolcetto di incoraggiamento è perfetto. Ricco di carboidrati semplici, ha una positiva azione antistress, così come infusi e tisane dolcificati con miele che creano un’atmosfera di relax e di piacere che distende la mente e la rende più pronta a rispondere alle sollecitazioni degli esaminatori.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli