02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ARTE & ALIMENTARE

Firenze: apre una gelateria sulla terrazza degli Uffizi

Otto gusti artigianali classici a disposizione. E, a breve, ne aprirà una al Giardino dei Boboli
GELATO ARTIGIANALE, UFFIZI, Non Solo Vino
La Gelateria degli Uffizi, a Firenze, avrà a disposizione 8 gusti classici

“Il carretto passava e quell’uomo gridava gelati”. Inizia così una delle più celebri canzoni di Lucio Battisti, “I Giardini di Marzo”, scritta da Mogol in chiave autobiografica nel 1972. Quasi mezzo secolo dopo, il carretto dei gelati passerà nuovamente dai Giardini, quelli di Boboli a Firenze, dove aprirà a breve la gelateria Buontalenti. E, intanto, da questa mattina, i visitatori della Galleria degli Uffizi potranno degustare sulla terrazza del celebre museo fiorentino coppette di fattura artigianale fiorentina, firmate “Gallerie degli Uffizi”. Otto, tutti grandi classici, i gusti a disposizione: crema, cioccolato, fiordilatte, pistacchio, nocciola, frutti di bosco, limone, fragola. “Benché l’estate quest’anno sembri aver intenzione di presentarsi in netto ritardo, noi non ci faremo trovare impreparati. Siamo l’unico museo a Firenze a essere dotato di una vera e propria gelateria artigianale”, spiega il direttore Eike Schmidt, presente oggi all’inaugurazione della Gelateria degli Uffizi. In attesa della gelateria Buontalenti, che aprirà presto i battenti nel giardino mediceo di Boboli. E il motivo di Battisti-Mogol non potrà che tornare a riecheggiare.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli