02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ECCELLENZE MADE IN ITALY

Gli States celebrano il Barolo: a Los Angeles e New York galà per il grande vino piemontese

Antonio Galloni (Vinous) fa sbarcare oltreoceano tutti i più grandi produttori, da Altare a La Spinetta, da Burlotto a Rinaldi, da Sandrone a Vietti
ANTONIO GALLONI, Barolo in festa, LOS ANGELES, NEW YORK, PIEMONTE, vino, VINOUS, Mondo
Il territorio e i vini del Barolo protagonisti negli Stati Uniti

Gli americani si preparano a festeggiare “sua Maestà” il Barolo: due eventi di gala dedicati al grande vino piemontese, il 28 gennaio, a Los Angeles, e, dal 1 al 4 febbraio, a New York, organizzati da Vinous by Antonio Galloni, critico enologico di fama mondiale ed uno dei massimi esperti oltreoceano della prestigiosa denominazione italiana.
La “Festa del Barolo”, edizione n.10, comincia in California, dove il 28 gennaio, a Los Angeles (Marino Restaurant), è in programma un tasting in cui gli ospiti potranno assaggiare i diversi vini di ciascuna azienda e parlare con i produttori. A seguire, una cena di gala, con formula Byob (Bring you own bottles), in cui non solo si potranno assaggiare due vini che ogni viticoltore servirà al proprio tavolo, abbinati alla cucina dello chef Sal Marino, ma si stapperanno anche le bottiglie che gli ospiti sono invitati a portare ed a condividere, in quello che sarà sicuramente un vivace scambio di etichette e pareri. L’occasione perfetta per tirare fuori l’annata unica o la magnum speciale, insomma il “vino-unicorno” conservato gelosamente in cantina: all’evento, a Los Angeles, saranno presenti alcuni tra i più importanti produttori della denominazione - con le loro etichette maggiormente rappresentative - come E.Pira (Chiara Boschis), Elio Altare, Francesco Rinaldi, Giacomo Fenocchio, La Spinetta, Luciano Sandrone, Paolo Scavino, Piero Benevelli, Poderi e Cantine Oddero e Vietti.
Sempre seguendo il fil rouge del Barolo, si prosegue, a New York, con una serie di eventi imperdibili per i cultori della denominazione: dopo una serata (1 febbraio) dedicata alle etichette di Verduno, il 2 febbraio si terrà nel Ristorante Legacy Records una cena di vini rari dal titolo “Bartolo Mascarello 1955 to … from Magnum”. Evento dedicato ad un numero ristrettissimo di fortunati, vedrà servite le etichette di riferimento dell’azienda, tutte rigorosamente da magnum, tranne le annate più vecchie che saranno presentate nei tradizionali bottiglioni da 1,9 litri. Si prosegue il 3 febbraio, con un pranzo all’Union Square Cafè, che vede protagonisti i Produttori del Barbaresco, con il direttore Aldo Vacca, ed un tasting delle migliori Riserve. Sempre il 3 febbraio cena di beneficenza al Ristorante The Pool, uno dei più iconici di New York, con quindici produttori leader che ospiteranno ciascuno un tavolo e verseranno i vini della loro cantina, oltre alle bottiglie personali degli ospiti. Un’occasione perfetta per stappare grandi formati rari e speciali. Infine, il 4 febbraio, Antonio Galloni sarà il moderatore di una masterclass in cui i produttori parleranno delle ultime annate e delle tendenze del futuro, seguita da uno speciale pranzo Burgers & Barolo. Agli eventi, a New York, saranno presenti le cantine Armando Parusso, Castello di Verduno, E.Pira (Chiara Boschis), Elio Altare, Francesco Rinaldi, Fratelli Alessandria, G.B. Burlotto, Giacomo Fenocchio, Giuseppe Rinaldi, La Spinetta, Luciano Sandrone, Paolo Scavino, Piero Benevelli, Poderi e Cantine Oddero, Produttori del Barbaresco e Vietti.

Copyright © 2000/2023


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2023

Altri articoli