02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VERSO IL NATALE

Guida al menu di Natale con chef e foodblogger: a tavola la fantasia incontra pesce e tradizione

Per il cenone della Vigilia spazio a sapori e profumi del mare. Il giorno di Natale vincono gli antipasti tradizionali con in testa salumi e formaggi

Quale sarà il menù di Natale degli italiani? Risolto, per causa di forza maggiore, il dilemma del numero degli invitati, adesso la “partita” si gioca sulle pietanze da portare a tavola per una giornata dove tradizione fa rima (anche) con originalità. Per gli “eterni indecisi” un aiuto su ingredienti da scegliere e ricette da preparare arriva da chef e foodblogger del Belpaese: secondo 8 esperti su 10 il pesce sarà un protagonista assoluto della tavola con il menu del cenone della Vigilia che avrà i sapori e i profumi del mare. Per il giorno di Natale libero sfogo alla propria fantasia culinaria con gli antipasti tradizionali (92%): salumi (85%) e formaggi (83%), soprattutto di produzione locale (71%), tartine (68%), insalata russa (57%) e di mare (51%) fra i più raccomandati, da accompagnare con grissini (63%) e salse varie (61%). I primi e i secondi rispecchiano quasi sempre la tradizione gastronomica regionale (76%): dai tortellini in brodo in Lombardia, passando alle tagliatelle al ragù emiliane, ai cannelloni romani, alla minestra maritata della Campania e allo sfincione palermitano, fino ai più diffusi arrosti (42%) polpettoni (37%) e capponi (34%).
Una lista di prelibatezze che è il risultato di un approfondimento (condotto da Espresso Communication per Vitavigor, storico marchio dei grissini di Milano), che ha chiesto a un panel di 50 tra chef e foodblogger del Belpaese quale fossero le ricette ideali per queste festività da passare in famiglia per celebrare le tradizioni della tavola di Natale. E per non trovarsi impreparati, gli esperti del sapore hanno creato dieci ricette originali da riproporre a casa sulla tavola natalizia. “Le restrizioni introdotte per limitare il contagio da Covid-19 - afferma Federica Bigiogera, marketing manager di Vitavigor - hanno ridotto la possibilità di ritrovarsi intorno alle classiche tavolate natalizie, come siamo da sempre stati abituati a trascorrere le festività. Sarà un Natale più intimo, ma questo non impedirà alle famiglie di festeggiare preparando squisite e gustose ricette tradizionali e innovative”.
Passando ai consigli dei talenti italiani della cucina (il filo conduttore dei piatti è la presenza dei grissini), chef Andrea Moccia dell’hotel Gran Baita Dolomites di Selva di Val Gardena punta su ricercatezza ed eleganza con “una squisita e friabile guancia di vitello, accompagnata da purè caldo con verdure spadellate, salsa verde e l’immancabile grissino”. Il segreto per la sua riuscita? “Nappare la carne con la salsa per creare un contrasto perfetto”. Secondo lo “chef sartoriale” Roberto Abbadati, fondatore di Mix & Food, invece, “per l’aperitivo non può mancare una composizione di grissini al formaggio avvolti da prosciutto crudo stagionale, combinati con formaggi stagionali o freschi, come il mascarpone, e da una cotognata di mele artigianale: il piatto va composto a piacere, combinando liberamente gli ingredienti, ma rispettando la diversa intensità di sapore di ciascuno di essi”. Ancora diversa la proposta dello chef Roberto Scarnecchia della Trattoria della Stampa dal 1956 di Roma. “Ho pensato a una rivisitazione di un piatto che fa parte della tradizione romana, lo spaghetto aglio, olio e peperoncino, con pachino e sbriciola di grissini: da un’idea semplice e ingredienti di ottima qualità, nasce una delizia per gli occhi e il palato”.
Come la pensano, invece, le foodblogger? Per Rossella Pagano, creatrice di Make & Magna, “il baccalà con scarole, capperi e olive è parte della tradizione gastronomica napoletana, immancabile sulle nostre tavole. Come antipasto davvero raffinato per il cenone, il baccalà e scarole su crema di grissini, dà vita ad una portata innovativa e gustosa”. Anche per Antonella Iannone, fondatrice di Passionecucina_lab, il pesce non può mancare: “quest’anno più che mai il Natale dovrà essere una coccola, un momento felice, dove si respira serenità. La mia tavola è un mix di sapori dal nord al sud, così da mettere d’accordo tutti quanti. I grissini sono fantastici come accompagnamento all’insalatina di seppie: dà quel giusto tocco di croccantezza che serve a completare il piatto”. E se nell’immaginario collettivo la cheesecake è uno dei dolci più popolari, ci pensa “Kucina con me” a cambiare le regole in tavola con “una cheesecake salata in barattolo con cremoso formaggio al salmone su base di grissini croccanti”. Originale anche la proposta di Mariacristina Coppeto, ideatrice di News and Foodies che ha scelto l’hummus ma in “una versione con peperoni rossi da accompagnare a fragranti grissini home made”. Patrizia Rimoldi, fondatrice di La Gaia Cucina di Patty, punta sull’antipasto con “delle crocchette di patate fatte in casa con panatura di grissini e curry. Per rendere la ricetta ancora più invitante, appoggiare le crocchette su un letto di salsa allo yogurt bianco e erba cipollina”. Marika Fabbri, Lisa Zaffagnini e Lara Zaffagnini, tre cugine con la passione per la cucina fondatrici di Cu(g)inando, propongono invece il loro tagliere romagnolo ma in “salsa” moderna “con dei grissini croccanti che racchiudono un mix di salumi e formaggi”. E per i primi, Teresa Balzano, creatrice di Peperoni e Patate, propone una rivisitazione della celebre pasta cu a muddica. “Una ricetta calabrese che veniva preparata in occasioni importanti come la Vigilia di Natale, quando la carne mancava e si aveva bisogno di rendere un piatto speciale. Pochi ingredienti sulla lista, ma di altissima qualità. In questa rivisitazione ho sostituito la mollica di pane con fragranti grissini sbriciolati e leggermente tostati”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli