02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
RISTORAZIONE POST COVID

I giovani ristoratori italiani non si fermano e guardano al futuro

Jre Italia, tre progetti per i prossimi mesi: “Tavola Jre”, “Social Pairing”, con la Marchesi Antinori, e l’iniziativa benefica per San Patrignano
ANTINORI, JRE, RISTORATORI, SAN PATRIGNANO, Non Solo Vino
Jre, i giovani ristoratori italiani non si fermano e guardano al futuro

I giovani ristoratori italiani non si fermano e guardano al futuro, tracciando la strada nel Congresso Jre - Jeunes Restaurateurs, il primo in via telematica. Un momento per fare il punto sull’anno passato, focalizzandosi sulle problematiche urgenti imposte dalla situazione attuale, e ragionare sui progetti dei prossimi mesi. A partire da “Tavola Jre”, che vede Jre Italia e i suoi partner fare squadra per ripartire attraverso una promozione volta a riaccogliere i clienti offrendo loro una esperienza di degustazione completa con un costo fisso di 50 euro uguale fra tutti i ristoranti aderenti Jre Italia.
Andrà online anche il progetto digitale “Social Pairing”, insieme alla storica Marchesi Antinori, realtà leader del vino italiano: 11 chef Jre Italia, la loro cucina, l’attenzione ai prodotti del territorio e l’arte del pairing, in pillole social. Una modalità fresca e immediata per fare cultura sull’importanza del giusto abbinamento cibo/vino, anche attraverso uno sguardo in più sulle tipicità territoriali.
Tornerà poi l’iniziativa benefica “Insieme - Jre per San Patrignano”, che ha subito una brusca interruzione a causa dell’emergenza, ma ripartirà appena possibile da dove si è fermata. Ci sarà, quindi, un nuovo calendario di appuntamenti gourmet, durante i quali il piacere del cibo farà da completamento a una esperienza coinvolgente, a stretto contatto con le vite e le storie dei ragazzi della Comunità di San Patrignano.

“Nessuno di noi si sarebbe mai immaginato di dover affrontare questa situazione - spiega Filippo Saporito, presidente Jre Italia - ma ciò che credo sia necessario sottolineare ancora una volta è la necessità non solo di superarlo, ma di farlo insieme in modo unito e coeso. Si deve sempre pensare che ci sia almeno un aspetto positivo in ogni situazione, in questo caso sono convinto sia proprio lo spirito di collaborazione che molte realtà nell’ambito della ristorazione, e non solo, hanno dimostrato. Come Jre siamo convinti sia fondamentale guardare al domani, continuando a progettarlo senza mai fermare quell’impulso a crescere, conoscere e migliorarsi”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli