02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
EVENTI & BUSINESS

Il mercato del vino al centro di “Wine Paris - Vinexpo Paris” (14-16 febbraio 2022, a Parigi)

L’evento di Vinexposium, che vuole segnare la ripartenza delle grandi fiere internazionali del vino in tempo di pandemia, è confermato
FIERE, VINEXPO PARIS, VINEXPOSIUM, vino, WINE PARIS, Mondo
“Wine Paris - Vinexpo Paris” confermato dal 14 al 16 febbraio 2022, a Parigi

La tendenza alla moderazione nei consumi di vino e alcolici che si fa strada in tutto il mondo, così come la crescita dell’e-commerce, in un mercato che si polarizza sempre di più tra chi cerca la convenienza e chi guarda ai prodotti premium. Il tutto in un contesto globale che vede tanti fenomeni pre-Covid, come quelli appena elencati, “semplicemente” accelerati dalla pandemia, e altri nuovi affacciarsi sul mercato del vino. Perchè se il tema “sostenibilità” è ormai dominante da tempo, le difficoltà di viaggiare per il mondo di merci e persone (e con la Cina che ha ancora i suoi confini sostanzialmente chiusi, proprio in queste ore arrivano le notizie di nuovi stop ai viaggiatori dall’estero da Paesi come Giappone e Australia, per esempio) stanno spingendo i consumi da un lato verso un nuovo localismo, e dall’altro stanno tornando a mettere in crisi un canale importante per il vino e gli spirits come quello del “Travel Retail”, che probabilmente dovrà fare i conti con cambiamenti a medio-lungo termine, e che le imprese dovranno affrontare con strategie diverse. Ancora, andrà seguito bene lo sviluppo del mercato dei vini a basso tenore alcolico, ma anche un consumo domestico che, cresciuto nei mesi del lock down in tutto il mondo, una volta che le persone sono tornate nei ristoranti e nei locali è comunque rimasto più forte rispetto a prima della pandemia. Sono i trend più importanti, tratteggiati nel “Report 2021” dell’Iwsr per Vinexposium, che, nonostante le tante incertezze che tornano a pesare sull’Europa e sul mondo per la quarta ondata del Covid-19, guarda con fiducia alle date tra il 14 ed il 16 febbraio 2022, in cui è confermato “Wine Paris - Vinexpo Paris”, a Parigi, all’Expo Paris Porte de Versailles, che si candida ad essere il primo grande evento internazionale del vino, dopo lo stop forzato di tutte le grandi fiere di quasi tutto il 2020 (quando l’evento francese fu l’unico a “salvarsi” primo del deflagrare della pandemia) e del 2021. Una fiera, quella parigina, che prevede la presenza di 2.800 espositori da tutte le regioni del vino di Francia e da 30 Paesi del mondo, e che attende oltre 25.000 buyer di cui il 30% dall’estero.
“Tuttavia, la pandemia e le misure sanitarie, che variano a seconda del Paese - sottolinea Rodolphe Lameyse, Ceo di Vinexposium - hanno un’enorme influenza su alcuni gruppi di visitatori. A meno che non ci siano cambiamenti radicali nei prossimi mesi, sappiamo che saranno assenti gli operatori dall’Asia, ma questa mancanza sarà controbilanciata, tuttavia, da un’alta presenza di visitatori provenienti da Francia, Europa e anche dagli Stati Uniti”.
Il programma, ovviamente, è ancora in via di definizione, anche se sono già previste, sul fronte italiano, una Masterclass sul Prosecco, firmata dal Consorzio del Prosecco Doc, che continua a lavorare per la crescita delle bollicine veneto-friulane nella Francia dello Champagne, con “l’Esagono”, che ormai è stabilmente tra i primi 5 mercati per il più famoso degli spumanti italiani, e la degustazione dei “Tre Bicchieri” del Gambero Rosso.
Ma l’obiettivo chiaro e dichiarato è quello di dare un segnale positivo di ripartenza vera. “Nel 2020 la determinazione e il duro lavoro di ogni singola azienda hanno limitato il calo dei consumi di vino e alcolici al -6,2%. Mentre le frontiere si riaprono - sottolinea il Chairman of the Board di Vinexposium, Christophe Navarre - i clienti tornano nei ristoranti, i bar riaprono e il mondo del vino e degli spiriti è al centro della ripresa. La globalizzazione della produzione di vino orienta il consumo verso nuovi modi di esplorazione della categoria, accanto alle specificità locali, aprendo nuovi mercati con prospettive interessanti. Comprendere l’offerta e la domanda internazionale è la sfida che l’industria delle bevande alcoliche deve raccogliere. Spingere i confini più in là e cercare di assicurarsi i mercati implica la ricerca di nuovi sbocchi e una mente aperta sui cambiamenti della società. Wine Paris & Vinexpo Paris è pensato per l’industria, dalla produzione alla distribuzione. È un’intersezione unica per capire, scoprire e sviluppare una visione delle tendenze future del commercio globale. Le prospettive di riconquista del consumo globale di vino e alcolici sono positive, a condizione che ognuno di noi sfrutti la propria esperienza e diffonda questo messaggio”.
Con Parigi, dunque, che si candida ad essere la “capitale” dei grandi eventi fieristici del vino in Francia, mentre per Bordeaux, storica sede di “Vinexpo”, come annunciato da Vinexposium, si ragione su un evento più diffuso e rivolto ad appassionati e consumatori https://winenews.it/it/vino-ed-eventi-in-arrivo-una-nuova-settimana-del-vino-di-bordeaux-a-giugno-2022_454185/. In uno scenario fieristico in continuo mutamento.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli