02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
PASSIONE ROSA

Il Rosé 2019 di Planeta sul podio della Top 25 dei migliori rosati del mondo per VinePair

In classifica l’Italia rappresentata anche dal Cirò Rosato 2019 di Librandi, Le Rosé 2018 di Tasca d’Almerita e il Solerose 2019 di Fontanafredda

Planeta, Librandi, Tasca d’Almerita, Fontanafredda: sono questi i nomi delle aziende italiane rappresentanti dell’eccellenza della produzione dei rosati nel mondo, secondo la “The 25 Best Rosé Wines of 2019” di “VinePair”, classifica dei 25 migliori rosé del mondo secondo il portale enoico, riferimento per i wine lovers, soprattutto d’Oltreoceano. Mondo, quello dei vini rosati, che si è fatto largo nei gusti di milioni di consumatori in tutto il mondo, di ogni genere ed età, e che è stato sostanzialmente dominato dalle produzioni francesi e italiane. Ma in linea con l’aumento dei consumi, sono stati molti altri i territori e le aziende che hanno dedicato attenzione ai rosé, come Spagna, California e Grecia: trend, pienamente confermato dalla “The 25 Best Rosé Wines of 2019” di “VinePair”, classifica dei 25 migliori rosati del mondo secondo il portale enoico, riferimento per i wine lovers, soprattutto d’Oltreoceano. Che mette sul gradino più alto del podio un rosato di Provenza, quello di Château Peyrassol 2019, “delizioso promemoria del perché il rosato di Provenza sia così popolare”, scrive VinePair. Podio, completato dall’Adelaida Rosé 2019 (California), e da un italiano, il Rosè 2019 di Planeta. Italia tra i migliori quindi, ma anche nel resto della classifica, con il Cirò Rosato 2019 di Librandi al n. 6, declinazione in rosa del Gaglioppo, vitigno autoctono calabrese, il Le Rosé Tenuta Regaleali 2018 di Tasca d’Almerita al n. 11, di cui VinePair segnala l’ottimo rapporto qualità prezzo, e il Solerose 2019, Langhe Rosato di Fontanafredda, al n. 13, evidenza del potenziale di produzione rosé del Piemonte.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli