02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VENDITALIA

Il vending in Italia è la più importante catena distributiva automatica alimentare d’Europa

I numeri: oltre 800.000 macchine installate, quasi 4 miliardi di consumazioni e un fatturato che nel 2021 ha superato 1,435 miliardi di euro
FOOD, VENDING MACHINE, VENDITALIA, Non Solo Vino
Distributori automatici di food & beverage (ph: Pellegrino Distributori)

Un primato “espresso”. Con oltre 800.000 macchine installate, quasi 4 miliardi di consumazioni e un fatturato che nel 2021 si è attestato ad oltre 1,4 miliardi di euro (+12,11% sul 2020, sebbene non ancora ai numeri record del 2019) a cui si aggiungono oltre 1 miliardo di consumazioni (+7,6%) e 394 milioni di euro di fatturato del cosiddetto Ocs (office coffee service), ossia il caffè in capsule e cialde, il vending in Italia rappresenta la più importante catena distributiva automatica alimentare d’Europa. I dati completi dello studio (realizzato da Confida - Associazione Italiana Distribuzione Automatica, in collaborazione con Ipsos) saranno presentati domani 11 maggio dal sondaggista Nando Pagnoncelli, nell’apertura “Venditalia” (da oggi al 14 maggio, a Milano, a Fieramilanocity), il più importante appuntamento internazionale della distribuzione automatica. La città meneghina si trasformerà nella capitale del vending, un settore che vede nell’Italia un’eccellenza sia dal lato della produzione di macchine che da quello del consumo. Come ha spiegato il presidente di “Venditalia”, Ernesto Piloni, “abbiamo raggiunto il sold out allocando tutti gli spazi a disposizione con oltre 300 aziende tra italiane ed estere (con qualificate rappresentanze da Olanda, Germania, Spagna e Inghilterra) che metteranno in scena l’innovazione sia nel mondo delle vending machine e delle componenti, ma anche nei prodotti che la distribuzione automatica contribuisce a promuovere e a far conoscere”. Il parterre expo è suddiviso tra fabbricanti macchine che rappresentano il 20% dell’area espositiva, software house (10%), produttori di food & beverage (26%) e accessori/ricambi/attrezzature complementari (15%).
Tra le novità tante sono quelle che si basano sull’approccio dell’industria 4.0. e sull’IoT. Le vecchie “macchinette del caffè”, infatti, si trasformano in sistemi evoluti e informatizzati in grado di gestire ed automatizzare tutti i processi relativi alla gestione dei distributori. App di pagamento, schermi touch, telemetria, l’innovazione digitale del vending sta rinnovando radicalmente le vending machine facendole diventare smart e in grado di interagire col consumatore in un’esperienza sempre più phygital. A “Venditalia” andrà in scena anche la transizione ecologica del settore che parte dai materiali, dove anche la plastica diventa sostenibile. Col progetto RiVending, polistirolo e Pet di bicchierini, palette e bottiglie, vengono raccolti, riciclati e reimmessi nella produzione di altri prodotti. Un progetto promosso da Confida che ha già installato in tutta Italia oltre 10.000 cestini che raccolgono oltre 450 tonnellate di plastica l’anno. Particolare attenzione sarà dedicata anche alla lotta contro lo spreco alimentare. Confida firmerà un accordo nazionale col Banco Alimentare contro lo spreco alimentare: i gestori associati potranno donare le loro eccedenze alimentari al Banco Alimentare che le distribuirà ai non abbienti.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli