02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO & NUOVE TECNOLOGIE

“InVolo” su Montalcino del “Tempio del Brunello”, esempio mondiale di realtà virtuale made in Italy

Con il viaggio in realtà aumentata dal Museo ai vigneti, Ett è stata l’unica industria digitale italiana alla “XR International Conference” a Lisbona

Se la realtà virtuale già da qualche anno si è “appassionata” al vino, un mondo coinvolgente per natura, ma che può esserlo ancora di più grazie alle nuove tecnologie che permettono di ottenere esperienze sempre più immersive ed emozionali, ora il settore diventa un vero e proprio campo di prova per sperimentare le ultime frontiere del digitale. È così che Ett, industria digitale e creativa con base a Genova (e un fatturato di 28,5 milioni di euro), è stata ammessa come unica azienda italiana, alla “XR International Conference”, evento di riferimento internazionale dedicato alle tecnologie immersive (come AI, Big Data, IoT, 5G, Robot & Digital Twin, XR innovation, Realtà Virtuale e Aumentata), nei giorni scorsi, a Lisbona, grazie al progetto “Il Tempio del Brunello - Viaggi virtuali per valorizzare un prodotto unico e il suo territorio: il Brunello di Montalcino”.
Postazioni con visori di realtà virtuale chiamate “InVolo”, sviluppate da Ett per Opera Laboratori nel “Tempio del Brunello”, il nuovo museo immersivo ed emozionale nel Complesso museale di Sant’Agostino a Montalcino, permettono di sperimentare anche nel mondo del vino la possibilità di immergersi “a volo d’uccello” e con una vista a 360 gradi dalla città di Montalcino al territorio del Brunello, tra antichi borghi, ville e castelli tra i vigneti. Un “assaggio” che accompagna l’enoturista a conoscere la storia, ma anche la biodiversità, il terreno, il clima, il lavoro delle persone, la tradizione ed il saper fare, del territorio e della produzione di vino, attraverso un percorso storico-artistico museale, tra le opere d’arte più importanti, che diventa multimediale grazie all’app mobile “L’Oro di Montalcino”, anche all’Enoteca Bistrot, tra degustazioni con sommelier reali e virtuali, prima di mettersi in viaggio realmente tra le cantine.
“Il progetto che è stato considerato in linea con i criteri valutativi della Conference, studiato per la valorizzazione multimediale del Brunello di Montalcino, del suo territorio e della sua storia, risponde alla vocazione che ci è peculiare, vale a dire quella di accrescere i confini dell’esperienza umana attraverso l’applicazione di Realtà Virtuale e Realtà Aumentata, in questo caso nel settore del turismo e della cultura - ha spiegato Giovanni Verreschi, ceo di Ett - siamo sicuri non solo di avere raggiunto i risultati preposti, ma di essere riusciti a implementare un prototipo esperienziale esportabile in altri contesti e industry”. In sintesi, una nuova modalità di scoprire il territorio, mettendo in discussione i tradizionali confini tra cultura e turismo, settori che con l’Esperienza Estesa vengono a sovrapporsi, al di là di una classificazione a compartimenti stagni ormai superata anche nel mondo del vino.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli