02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
COLDIRETTI

La riapertura dei confini dà ossigeno alle campagne: a Pescara atterranno 124 lavoratori dal Marocco

Si tratta di operai agricoli stagionali che da anni sono impiegati in Italia e che troveranno lavoro nelle province de L’Aquila e di Mantova
AGRICOLTURA, Coldiretti, IMMIGRATI, MAROCCO, PESCARA, Non Solo Vino
La riapertura dei confini dà ossigeno alle campagne

Con la riapertura dei confini tornano i lavoratori stagionali stranieri per assicurare la raccolta delle principali produzioni Made in Italy messe a rischio dalla mancanza di manodopera nelle campagne a causa del lungo periodo di lockdown.
Una novità importante che sarà celebrata con una giornata ad hoc: venerdì 5 giugno (alle ore 18), all’Aeroporto internazionale d’Abruzzo “Pasquale Liberi” di Pescara, atterrerà un volo charter con 124 cittadini marocchini.
Si tratta di operai agricoli stagionali qualificati che, ha spiegato Coldiretti, “ormai da anni sono impiegati sul territorio nazionale, tanto da essere diventati indispensabili per l’attività di molte aziende nostrane. Il contingente troverà lavoro nelle province de L’Aquila e di Mantova”.
La comunità di lavoratori agricoli marocchina è la seconda maggiormente presente in Italia dopo quella rumena. Un’iniziativa, quella di domani, resa possibile dall’intesa raggiunta dalla Coldiretti con le autorità del Marocco, grazie alla collaborazione dell’Ambasciata Italiana a Rabat.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli