02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
AGRICOLTURA

La sicurezza sul lavoro passa dalle innovazioni dei macchinari: calano gli infortuni in agricoltura

Nel settore agricolo (dati Inail), sul 2019, il calo degli incidenti è stato del 19,4% (da 30.446 a 24.526), in diminuzione anche i decessi
AGRICOLTURA, Confagricoltura, INAIL, SICUREZZA, Non Solo Vino
Giù gli infortuni in agricoltura, anche grazie alle innovazioni dei macchinari

Calano gli infortuni sul lavoro e il risultato rende merito anche alle innovazioni che hanno fornito una maggiore sicurezza per il peronale delle aziende. A dirlo sono i numeri di Inail (Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro), sottolineati da Confagricoltura: nei primi 11 mesi 2020 c’è stata una significativa diminuzione del numero delle denunce di infortuni. In particolare, nel settore agricolo, sul 2019, il calo degli incidenti è stato del 19,4% (da 30.446 a 24.526) mentre quelli mortali registrano 32 casi in meno (da 135 a 103). Numeri che si allineano ad un trend decrescente: nel quinquennio 2014-2018, infatti, sono diminuiti i casi (14%) e gli infortuni mortali del 20,4% (dati Inail consolidati). A ciò va aggiunto che dal 2002 ad oggi si è registrata una diminuzione del 50% delle denunce di incidenti nel settore agricolo.

“L’impegno per lo sviluppo dell’innovazione e della tecnologia in agricoltura, unito alle buone pratiche, si dimostra vincente - rileva Confagricoltura - e il risultato è una progressiva diminuzione degli infortuni nel corso degli anni. A questi risultati stanno contribuendo diversi fattori: presenza di operatori sempre più professionali, sviluppo di forme di agricoltura sostenibile, evoluzione dei mezzi tecnici anche con le innovazioni dell’agricoltura di precisione, lento e progressivo rinnovo del parco macchine grazie anche agli incentivi messi a disposizione dall’Inail e dai sistemi regionali. Occorre insistere in questa direzione - evidenzia l’Organizzazione degli imprenditori agricoli - affinché i numeri complessivi di incidenti diminuiscano drasticamente”.

Intanto, l’Inail ha pubblicato la data del click day del Bando Isi-Agricoltura, insieme alle specifiche per l’inoltro della domanda. La data è il 28 gennaio 2021, ma dal 14 gennaio le imprese con i requisiti possono già iniziare la procedura di registrazione. Il Bando Isi-Agricoltura destina risorse per l’acquisto o il noleggio di mezzi e macchinari più performanti che favoriscono una concreta innovazione, garantendo maggiore sicurezza e pertanto contribuendo a ridurre i rischi sul lavoro per gli addetti. Sicurezza che vede nel settore primario uno dei migliori contro il rischio di contagio da Coronavirus. A dirlo è il rapporto Inail, le caratteristiche del lavoro agricolo (attività svolte prevalentemente all’aperto) e l’applicazione corretta delle norme e dei protocolli di prevenzione hanno rappresentato una garanzia in questi mesi difficili dove comunque il settore non si è mai fermato.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli