02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
IMPRESE & GIOVANI

Le imprese agricole in Italia funzionano meglio se sono guidate da giovani: i dati Nomisma

Solo il 10% delle imprese totali sono in mano agli under 35, ma registrano performance economiche sopra la media. E rispettano di più le “quote rosa”
GIOVANI, IMPRESE AGRICOLE, NOMISMA, Non Solo Vino
In Italia il 10% delle imprese agricole è in mano ad under 35

A volte le idee fresche e giovani contano più dell’esperienza: o almeno questa sembra essere la situazione per le imprese agricole italiane. Secondo i dati dell’Osservatorio sui
giovani agricoltori Nomisma-Edagricole presentati ad Eima, l’esposizione internazionale delle macchine per l’agricoltura andata in scena gli scorsi giorni a Bologna, le imprese agricole guidate da giovani fino a 35 anni sono solo il 10% del totale, ma fanno registrare performance economiche doppie rispetto alla media, con valori della produzione vicini a 100.000 euro per azienda, contro i 45.000 della media del settore. Gli under 35 gestiscono inoltre imprese mediamente più strutturate, di 20 ettari contro gli 11 della media nazionale, e diversificate,
grazie ad un approccio al mercato più innovativo e tecnologico che permette loro (in particolare a chi non proviene da una famiglia di agricoltori) di superare le alte barriere all’ingresso nel settore, prima fra tutte l’elevato costo del terreno.
Sul fronte dei numeri a giugno 2018 erano circa 55.000 le imprese agricole condotte da giovani con meno di 35 anni, in crescita del 14% rispetto a tre anni fa. “Per quanto ridotte in termini di incidenza - ha dichiarato Denis Pantini, responsabile dell’Area Agroalimentare di Nomisma - le imprese giovanili italiane sono molto più numerose di quelle francesi (38.000 circa), spagnole (34.000) e tedesche (20.500) e, soprattutto, molto più rispettose delle “quote
rosa”: in Italia, 3 aziende giovani ogni 10 sono condotte da donne, contro un 15% di Francia e Germania e un 19% della Spagna”.
Anche dal punto di vista economico le performance delle aziende agricole d’Italia condotte da giovani “sono tra le top in Europa”, ha certificato Nomisma. In termini di valore medio
della produzione, quelle italiane evidenziano un risultato economico di 98.700 euro contro i 65.000 della Spagna e i 55.600 della media Ue, mentre risulta ancora alto il divario con Francia (169.700 euro) e Germania (198.000 euro).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli