02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
SFAMARE IL POPOLO

Lo chef Josè Andrès candidato al Nobel per la Pace: dal 2017 milioni di pasti a Puerto Rico

Il deputato Democratico Usa John Delaney, protagonista dell’iniziativa: “ha sfamato milioni di persone”
JOSE ANDRES, NOBEL PACE, PUERTO RICO, Non Solo Vino
Josè Andrès, lo chef che dedica la sua vita a sfamare i poveri

Se Ferran Adrià ha reso celebre l’alta cucina spagnola nel mondo, è un suo allievo, oggi, il volto noto della cucina iberica nel mondo, specie Oltreoceano, dove ha costruito la propria fortuna: quello di José Andrès, arrivato a New York nel 1991, proprietario di decine di ristoranti e, soprattutto, a capo di alcune delle associazioni e fondazioni umanitarie più attive al mondo, con cui da anni combatte gli sprechi e garantisce un piatto caldo a migliaia di poveri. Un impegno che nel 2017 lo ha assorbito totalmente: quando l’uragano Maria si abbatté su Puerto Rico, mettendo in ginocchio l’isola, lo chef ed imprenditore spagnolo abbandonò tutto per andare a dare una mano. In poche settimane, superando anche gli ostacoli burocratici posti sul suo cammino da Washington, ha creato un vero e proprio network di chef di tutto il mondo, che sotto il cappello della “World Central Kitchen”, nell’arco di un solo mese, ha servito più di due milioni di pasti. Tutt’altro che un contributo simbolico, un aiuto concreto e fondamentale, superiore a quello fornito dall’Esercito della Salvezza e dalla Croce Rossa Internazionale. Tanto che il deputato democratico statunitense John Delaney ha deciso di candidare formalmente Josè Andrès al Nobel per la Pace. “Grazie al lavoro di Andrès, milioni di persone sono state sfamate” come avrebbe scritto il parlamentare, secondo il Washington Post. “Questo è il bisogno umano più essenziale. Andrès - ha aggiunto - si è dimostrato di classe mondiale in questo fondamentale campo umano”. Inutile dire che non possiamo che essere d’accordo, e che il Nobel per la Pace ad uno chef che continua a sfamare milioni di persone sarebbe un segnale eccezionale.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli