Slow Wine 2024
Allegrini 2024
ALTA CUCINA & SOLIDARIETÀ

Massimiliano Alajmo e Niko Romito, sei Stelle Michelin insieme per “Il Gusto per la Ricerca”

Raccolti oltre 32.000 euro nell’asta benefica della Onlus dei fratelli Alajmo e Stefano Bellon per raccogliere fondi per le malattie infantili

32.206 euro: è la somma complessiva raccolta a favore di progetti di cura e assistenza alla popolazione pediatrica e di ricerca scientifica e tecnologica nel campo delle cure palliative pediatriche portati avanti dall’Associazione “La Miglior Vita Possibile”, da “A Braccia Aperte”, edizione n. 18 dell’evento benefico de “Il Gusto per la Ricerca”, la Onlus fondata nel 2004 dai fratelli Raffaele e Massimiliano Alajmo, chef Tre Stelle Michelin del ristorante Le Calandre di Rubano, con Stefano Bellon, con una cena a quattro mani con Massimiliano Alajmo e Niko Romito, chef Tre Stelle Michelin del Reale a Castel di Sangro, e un’asta, composta da lotti di vini generosamente donati da importanti cantine, prodotti gastronomici ed esperienze offerte da rinomati chef come i tristellati Romito, Norbert Niederkofler e Mauro Uliassi e osti come Mauro e Andrea Lorenzon, nei giorni scorsi, al Ristorante Le Fucine a Buttrio per “Ein Prosit”, la più importante rassegna enogastronomica del Friuli Venezia Giulia. A sposare la causa della Onlus, anche Enrico Crippa, chef Tre Stelle Michelin del Piazza Duomo di Alba, che ha devoluto l’intero ricavato del proprio evento nella kermesse friulana.
“L’Associazione - spiega la vicepresidente “La Miglior Vita Possibile”, Marianna Martinoni - nasce nel 2018 con due obiettivi, far crescere la consapevolezza sulle cure palliative pediatriche e avviare una raccolta fondi per permettere la costruzione del Nuovo Centro Regionale per le Cure Palliative e Terapia del Dolore Pediatriche - Hospice Pediatrico del Veneto, unico centro nel Triveneto. Il progetto esecutivo è stato presentato la scorsa settimana alla presenza del Presidente della Regione Luca Zaia e prevede la realizzazione di strutture in tre diverse sedi. Dei 16 milioni necessari, 10 provengono dal Ministero, serve quindi un’importante campagna di fundraising di 6 milioni per raggiungere la cifra di investimento richiesta”. “L’obiettivo - spiega Eugenio Baraldi, direttore del Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino di Padova - è quello di chiudere il progetto nel 2027 dando finalmente risposta alle oltre 50 famiglie in lista d’attesa. Solo nel Veneto sono oltre 900 i bambini che necessiterebbero di ricevere cure palliative, 35.000 in Italia di cui solo il 15-18% ha accesso ad un Hospice (6 in tutta Italia)”.
Nel 2024 “Il Gusto per la Ricerca” celebrerà i 20 anni dalla sua fondazione con un importante evento che permetterà di raccogliere ulteriori fondi da donare alla causa.

Copyright © 2000/2024


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2024

Altri articoli