02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’AGENDA DI WINENEWS

Immersi nel fascino dei territori del vino italiano in vendemmia, ecco gli eventi da non perdere

Da “Collisioni Jesi” a “Soave Versus”, dalla “Casa della biodiversità” del Franciacorta al Mandrarossa Vineyard Tour sul vigneto sul mare a Menfi
COLLISIONI JESI, COOP, FRANCIACORTA, MANDRAROSSA, SOAVE VERSUS, UIV, Italia
Una veduta del Castello di Soave in tempo di vendemmia

Il Verdicchio dei Castelli di Jesi, forse il bianco che ha vissuto l’ascesa migliore in questi ultimi anni, spegne 50 candeline (1968-2018) insieme all’Imt-Istituto Marchigiano di Tutela Vini e a “Collisioni Jesi”, con il format Indigena del Progetto Vino del celebre Festival Agrirock di Barolo curato da Ian D’Agata, che è tornato nelle Marche (Jesi, da oggi al 2 settembre), per brindare al bianco italiano più premiato dalle guide ed alle sue più celebri cantine con 32 super esperti internazionali di vino, tra giornalisti, opinion leader e responsabili acquisti, provenienti da 13 Paesi (a confronto nel convegno, domani, “Bianco come il Vino” sulle tendenze ed i mercati dei vini bianchi fermi, e protagonisti nelle grandi degustazioni, di Verdicchio di Jesi e Matelica, Lacrima di Morro D’Alba, Bianchello del Metauro, Colli Maceratesi e Serrapetrona, e “Old but Gold - I cinquant’anni del Verdicchio dei Castelli di Jesi”, guidata da D’Agata il 2 settembre). In questi stessi giorni anche il Soave, il bianco veronese capofila del movimento dei vini vulcanici, taglia il traguardo del mezzo secolo di Doc, e lo fa a “Soave Versus”, al Palazzo della Gran Guardia di Verona, dall’1 al 3 settembre - con un’anteprima domani con il Dj Soave Set - con l’Overture “Verona a tavola tra osterie, stelle e vini”, preludio alla degustazione con più di 40 cantine e oltre 200 etichette, e non solo. Sono questi solo alcuni degli eventi nel “Settembre caldo” del mondo del vino, segnalati in agenda da WineNews, mentre nei territori si vendemmia, momento clou dell’anno enoico.
Tra le vendemmie si va dalla “vendemmia benedetta”, domani, tra i vigneti della cantina Maeli di Elisa Dilavanzo, nei Colli Euganei, che riceveranno la benedizione dal Monsignor Liberio Andreatta, già a capo dell’Opera Romana Pellegrinaggi, che arriverà direttamente dal Vaticano, ed il cui ricavato, in parte, sarà destinato all’Associazione Nazionale degli Alpini, gruppo di Torreglia, per la manutenzione e il restauro del Capitello della Madonna del Monte Pirio, chiesetta eretta dai contadini locali, vuole la tradizione, per proteggere i vigneti dalle tempeste. Nel vivo della vendemmia, invece, il 5 settembre al Relais Franciacorta a Corte Franca il Consorzio della Franciacorta presenta un progetto unico nel suo genere, vocato alla sostenibilità, tra scienza e real-life esxperience, e realizzato in collaborazione con Mini, Thimus, startup italiana specializzata in neuroscienza, e Biosphera, la casa della energy revolution. Ma anche Fico Eataly World a Bologna dedica il mese di settembre alla vendemmia, con eventi come le viniadi e le baroliadi nel vigneto di Fico, la pigiatura a piedi nudi, le degustazioni letterarie in vigna, abbinamenti enogastronomici (a dare il via, l’1 e il 2 settembre, le bollicine Metodo Classico Franciacorta, Trentodoc e Alta Langa in abbinamento con le ostriche), la mostra “Paesaggi D’autore. I patriarchi arborei e le viti storiche nell’Italia di Tonino Guerra”, e il clou, nella Festa della Vendemmia del 15 settembre. In Maremma, la Fattoria Le Mortelle (Marchesi Antinori) festeggia invece l’inizio della raccolta con “Cuochi in Vendemmia”, domani, con un aperitivo sotto i fichi accompagnato da un raffinato dj set, una cena esclusiva tra i vigneti ed il teatro.
A Menfi torna invece l’affascinante vendemmia sul mare celebrata dal Mandrarossa Vineyard Tour (1-2 settembre), con il quale Mandrarossa (Cantine Settesoli) invita i wine lovers alla scoperta del territorio del Menfishire, seguendo, fin dalle prime ore del giorno, i vignaioli e vendemmiando con loro, ascoltandone i racconti, e con un ricco programma di esperienze, da Casa Mandrarossa, con i piatti della tradizione preparati dalle Signore della Cucina Mandrarossa, ai tour in bicicletta, dalla Pineta Molinari, affacciata sulla celebre spiaggia delle Giache Bianche, con i banchi d’assaggio di cibo e vino, l’intrattenimento musicale e per bambini, la ciclo passeggiata in mountan bike e le escursioni naturalistiche di trekking e a cavallo (ma ci saranno anche gite in barca, corsi di Kite Surf, il Motoraduno Ducati e persino un Campo Volo sui vigneti), alla Pineta Pelella, dove si terranno le degustazioni tecniche dei vini e gli show cooking dedicati a lebusiate e le sfince, fino alla Spiaggia di Lido Fiori con le visite dei volontari del Wwf a questo luogo merviglioso dove le tartarughe Caretta Caretta depongono le loro uova. Si resta in Sicilia, ma ci si sposta a Pantelleria, per il Pantelleria Doc Festival, promosso dal Consorzio dei Vini Doc e dal Consorzio turistico Pantelleria Island, per svelare la vera identità dell’isola giardino del Mediterraneo, da domani al 9 settembre, con un ricco programma di appuntamenti che coinvolgerà le diverse contrade, con iniziative culturali, percorsi benessere, pratiche sportive all’aria aperta, degustazioni di vino e cibo, approfondimenti tematici legati all’identità dell’isola che, ogni giorno, l’organizzazione del Festival ha sviluppato per far vivere al turista un’esperienza diretta e personale con Pantelleria, brindando nelle cantine Basile, De Bartoli, Donnafugata, Coste di Ghirlanda, Murana, Pellegrino e Vinisola.
E se è tempo di vendemmia è tempo anche di previsioni, il 4 settembre al Ministero delle Politiche Agricole a Roma, con la presentazione delle Previsioni Vendemmiali 2018 dell’Osservatorio del Vino di Uiv-Unione Italiana Vini e Ismea, alla presenza del Ministro Gian Marco Centinaio. Da Roma a Milano, la parola per le tendenze nel carrello della spesa passa a Coop, che il 6 settembre sulla Terrazza Martini presenta l’anteprima digitale del “Rapporto Coop 2018”, redatto dall’Ufficio Studi di Coop. Approfondimento storico, invece, tra i vigneti di Brunello a Montalcino, dove torna il prestigioso Laboratorio di Storia Agraria (Palazzo Comunale, da domani al 2 settembre), promosso dal Centro Studi per la Storia delle Campagne e del Lavoro Contadino presieduto dallo storico italiano Massimo Montanari e che, celebrando i primi 20 anni attorno al tema Animali nella storia, vedrà alternarsi importanti studiosi delle Università italiane ed internazionali (il 2 settembre, il Premio Città di Montalcino n. 19, a Mauro Ambrosoli, professore di Storia moderna alle Università di Torino e Udine, per la “sezione storia”, e ai cantori del Maggio di Castiglione d’Orcia per la “sezione spettacolo”, assegnato a personalità che nell’ambito della ricerca storica e nello spettacolo contribuiscono a valorizzare la civiltà contadina).

Focus - Tutti gli eventi dal Nord al Sud del Belpaese segnalati da WineNews
In Trentino Alto Adige
In Trentino, tra le #trentinowinefest, da domani al 2 settembre, nella Piana Rotaliana a Mezzocorona, è tempo del “Settembre Rotaliano-Alla scoperta del Teroldego”, un weekend completamente dedicato al principe dei vini trentini, a Palazzo Martini, che ospiterà l’edizione n. 28 della Mostra dove verranno proposte in modalità self tasting e wine bar numerose etichette di Teroldego Rotaliano Doc e di Grappa di Teroldego, mentre le vie del centro saranno allestite a festa con corti gastronomiche ed iniziative per tutti i target. Ad accompagnarla, la rassegna “A tutto Teroldego”, fino al 2 settembre, un ricco calendario di degustazioni, menù a tema, visite in cantine e nei vigneti lungo la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, dalla Valle dei Laghi a Riva del Garda, dalla Val di Cembra all’Altopiano di Piné, dalla Valsugana alla Vallagarina, passando per Trento e Rovereto, e, ovviamente, la Piana Rotaliana. Ma c’è anche “Uva e dintorni” ad Avio, un weekend dal sapore medioevale in programma da domani al 2 settembre con il coinvolgente “Palio Nazionale delle Botti tra le Città del Vino italiane”. In Alto Adige, a Merano, invece, fino al 12 settembre il mercoledì è Signorvino Friends, una serata con tanta buona musica nel cuore dei portici di Merano, alla scoperta del giardino estivo dello store.

In Veneto
A proposito dell’enocatena del Gruppo Calzedonia, in Veneto, fino al 9 settembre prosegue “L’Estate di Signorvino”, nello store Valpolicella a Verona, dalla degustazione Wine Experience del giovedì sera, all’Aperitivo in Vigna, un inno al divertimento e al piacere dello stare insieme, dall’Apericena Divino, cena a buffet con gli abbinamenti studiati dal Food Specialist, assaggi e pietanze preparate con materie prime di assoluta qualità brindando con vini 100% italiani, alla Cena in Vigna, incontro nello splendido giardino dello store su tavoli “social”, seduti accanto a sconosciuti, sicuri di agevolare la conoscenza, l’interazione, il divertimento, mentre tutti i sabati lo store apre le proprie porte a chi ha voglia concedersi un PicNic in Vigna, un’evasione dai ritmi sfrenati della città, accanto a Wine and Bbq. Ma c’è persino una “Wine Experience - Il veliero del Garda Doc”, l’evento promosso per l’estate 2018, fino al 30 settembre dal Consorzio Garda Doc, che personalizza con il proprio marchio Siora Veronica, storico veliero del Lago di Garda, offrendo al pubblico privato l’occasione di trascorrere qualche ora a bordo degustando i vini delle cantine del territorio, navigando tra Malcesine-Torri, Torri-Bardolino e ritorno, garantendo quindi la possibilità a 4 gruppi di circa 20 persone ciascuno di godere dell’esperienza.

In Lombardia
A Milano è di scena la mostra “Luxus. Lo stupore della bellezza”, un percorso di educazione estetica per comprendere la storia e il concetto di lusso dove i vini Masi Agricola rappresenteranno il lusso nel mondo del vino, a Palazzo Reale fino al 30 settembre, promossa dal Comune di Milano, da Palazzo Reale e dalla Fondazione Stefano Zecchi. Ci si sposta in Franciacorta, dove Chic-Charming Italian Chef, associazione che riunisce i professionisti del mondo dell’Ho.Re.Ca., il 3 settembre, sarà all’Albereta Resort, ospite della griffe Bellavista del Gruppo Terra Moretti, per “In The Kitchen Tour”, il circuito BtoB ideato ed organizzato con l’obiettivo di far incontrare chef e pizzaioli provenienti da tutta Italia con le eccellenze dell’enogastronomia locale, in una piacevole jam session culinaria con il residente chef Fabio Abbatista, sul tema pizza gourmet. Il Garda Doc porta invece le sue bollicine al Festivaletteratura di Mantova, dal 5 al 9 settembre, con incontri con autori, reading, spettacoli, concerti e installazioni artistiche, ma anche degustazioni ed aperitivi.

In Piemonte
In Piemonte, capitale dello spumante e meta turistica per le sue Cattedrali del Vino, Canelli, alle porte della vendemmia 2018, il 1 settembre fa da sfondo alla “Canelli Wine Run”, la divertente corsa non competitiva di 5 km da percorrere mentre il nettare di Bacco investe i partecipanti, letteralmente “nebulizzati” da Barbera, Moscato, Rosato e Asti Spumante, che è possibile degustare anche lungo tutto il percorso. Al km 4 protagonista il Metodo Classico delle cantine storiche Bosca, le Cattedrali Sotterranee Patrimonio Unesco, aperte per visite e che, in collaborazione con Attraverso Festival, ospitano momenti musicali e letterari. A Cocconato torna invece “Cocco ... Wine” con protagonisti in piazza i vini del Monferrato, accompagnato dalla cucina locale. Il Castello di Serralunga d’Alba ospita “Prosit! Il Barolo. I castelli. I cru.”, con una visita al Castello che ha segnato la storia di Langa, tra gli esempi meglio conservati di castello nobiliare trecentesco del Piemonte della Barolo & Castles Foundation, circondato dai vigneti delle Langhe di proprietà della famiglia Falletti, e brindisi con il Barolo Bruna Grimaldi il 21 settembre. Restando tra i vigneti piemontesi, La Via del Sale in Alta Langa nasce invece dal sodalizio tra l’artista francese Jean Gaudaire-Thor, Silvana Peira, presidente dell’associazione Il Fondaco di Bra lo scrittore Nico Orengo, e, fino al 7 ottobre, si trasforma in uno speciale itinerario dedicato all’arte contemporanea, nei Castelli, antiche pievi, torri medievali e cappelle lungo le antiche strade del commercio tra il Basso Piemonte e il mare della Liguria, e ora anche lungo l’asse della Bormida di Millesimo, dall’Alta Langa in Provincia di Cuneo alla Langa Astigiana fino all’Alto Monferrato, attraverso i paesaggi vitivinicoli Unesco, sedi espositive di opere e installazioni appositamente concepite da 10 artisti (per 10 luoghi: Monesiglio, Saliceto, Camerana, Cortemilia, San Giorgio Scarampi, Monastero Bormida, Bistagno, Rivalta Bormida e Cassine).

Dall’Emilia Romagna alla Liguria, fino in Toscana
In Emilia Romagna continua invece “Tramonto DiVino”, il road-show tra Rimini e Piacenza, in tutte le località simbolo della ricchezza enoica e culinaria della Regione, con oltre 40 produttori riuniti, per un totale di più di 200 etichette in degustazione, a Zola Predosa il 13 settembre, il 15 settembre a Fontanellato, il 22 settembre a Scortichino di Bondeno, fino a Piacenza il 28 settembre. Da domani al 16 settembre a Langhirano e a Parma, torna invece il Festival del Prosciutto di Parma, inaugurato dallo chef Andrea Berton, con Ermal Meta in concerto e con il gran finale di Finestre Aperte, l’iniziativa che permette di assistere al ciclo di lavorazione e degustare il Prosciutto di Parma direttamente nei Prosciuttifici. Anche i Magazzini del Sale di Cervia ancora una volta aprono le porte a wine lovers e gastronauti, l’1-2 settembre, per “Cervia InBolla”, kermesse dedicata alla spumantistica italiana in abbinamento ai prodotti top del territorio, firmata da 32 maison di Franciacorta, Trentodoc, Oltrepò Pavese, Piemonte, Alto Adige, Trento, Friuli, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Sicilia, e dal Sudafrica, ospite speciale, accanto ai bianchi fermi e frizzanti del Club dei Bianchi In Romagna.
In Liguria, torna a Sarzana il Festival della Mente, il primo Festival in Europa dedicato alla creatività e alla nascita delle idee, da domani al 2 settembre, con la direzione di Benedetta Marietti, con 63 incontri tra conferenze, spettacoli, workshop e momenti di approfondimento con filo conduttore il concetto di comunità su cui si confronteranno scienziati, filosofi, letterati, storici, artisti, psicoanalisti, antropologi, architetti e chef come lo stellato Philippe Léveillé a tu per tu con il giornalista enogastronomico Marco Bolasco su “La cucina è convivialità” (2 settembre).
In Toscana, ultimo appuntamento, invece, a Suvereto da Petra, la cantina d’autore del Gruppo Terra Moretti, e del cartellone di appuntamenti ideato da Francesca Moretti, alla guida del ramo vinicolo del Gruppo, per la famosa scalinata realizzata dall’Architetto Mario Botta, con il Duo Harp & Hang - Marianne Gubri - arpa e Paolo Borghi - Hang (31 agosto).

Dalle Marche al Lazio, fino in Campania
Nelle Marche, Jesi ospita anche Pikkanapa, piccante Festival nazionale del peperoncino e della canapa, da domani al 2 settembre, al centro di degustazioni, convegni, mostre mercato con 80 espositori provenienti da tutta Italia, con oltre duecento varietà di peperoncini in assaggio e preparazioni a base di canapa, scambi di semi, i corsi di assaggio e la gara dei Mangiatori di fuoco, mentre i ristoranti repareranno per l’occasione menù speciali a base di peperoncino e canapa, e lo street food sarà esclusivamente hot. L’ospite d’eccezione? Jack Pepper, campione italiano dei mangiatori di peperoncino.
Anche nel Lazio, è di scena “Rieti Cuore Piccante”, Fiera Campionaria Mondiale del Peperoncino fino al 2 settembre, con in mostra ed assaggio peperoncini da tutto il mondo, ma anche show cooking con gli studenti del Centro di Formazione Professionale Alberghiero di Amatrice, destinatari del progetto formativo-benefico denominato Show Cooking Lab della chef designer Fabrizia Ventura, la Notte Rossopeperoncino (31 agosto), laboratori e convegni. A Nettuno, fino al 2 settembre, prosegue invece la prima edizione di Nettuno Wine Festival, dedicato alle eccellenze enologiche locali, in concomitanza con la nuova vendemmia, tra assaggi con i sommelier e menu degustazione creati appositamente per l’evento con i prodotti tipici del territorio nei ristoranti.
In Campania, il 6 settembre alla Mostra d’Oltremare a Napoli, va in scena una grande degustazione dei vini italiani prodotti da vigne allevate su suoli vulcanici, promossa dal Consorzio Tutela Vini Vesuvio e dall’associazione Volcanic Wines per il Congresso mondiale della Commissione Cities on Volcanoes (Napoli, 2-7 settembre), attiva nell’ambito della Iavcei (International Association Volcanology and Chemestry of Earth Interior) e che lavora allo scopo di creare un collegamento tra la comunità vulcanologica e chi pianifica e gestisce le emergenze, attraverso lo scambio di idee ed esperienze di “città sui vulcani”, promuovendo la ricerca multidisciplinare, e la collaborazione tra esperti di Scienze della Terra, Scienze Sociali e Amministratori del territorio, con un focus sulle potenzialità dei vini vulcanici e sul loro stretto rapporto con i luoghi di origine, caratteristica che conferisce ai vini una ricchezza di minerali che li rende unici, differenziandoli dalle altre produzioni enologiche: moderata dal giornalista Luciano Pignataro, con il professore Sandro Conticelli, presidente della Società Geologica Italiana, e il professore Girolamo Ferdinado De Simone, docente dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli, la degustazione vedrà nei calici i vini dei Consorzi che fanno parte di Volcanic Wines, che da dieci anni è impegnata nella promozione dei vini prodotti in territori vulcanici, da Soave e Gambellara, da Pitigliano al Vesuvio, dai Campi Flegrei all’Etna.

Un evento solidale
Le bollicine dell’Asti incontrano i piatti tipici dei ristoranti italiani segnalati da “Slow Food Planet”, ed il risultato è un programma di solidarietà per il territorio di Amatrice, sotto il claim “L’Asti d’estate”, con cui fino al 30 settembre, per ogni piatto (e quindi ogni calice) degli “Osti del Moscato d’Asti e Asti Docg” verrà devoluto un euro al progetto Laudato si’, finalizzato alla costituzione del centro studi internazionale “Casa Futuro-Centro Studi Laudato si’”, dedicato alle tematiche ambientali e alle loro ricadute sociali.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018