02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nella stagione altamente qualitativa ma avara in quantità per il Tartufo Bianco d’Alba, cresce la curiosità per il momento più atteso dai gourmet: l’Asta mondiale, in diretta tra Grinzane Cavour, Hong Kong e per la prima volta da Dubai (12 novembre)

Non Solo Vino
Cresce la curiosità per il momento più atteso dai gourmet: l’Asta mondiale del Tartufo

Sodi, sani e profumati, non grandi nelle pezzature, ma di buona qualità, la stagione di raccolta dei pregiati tartufi bianchi italiani è nel vivo e sarà ancora molto lunga, ma difficilmente i temporali, pochi e irregolari, più le notti umide e fresche, forse, potranno cambiare le sorti di un’annata non facile, che va migliorando nel gusto ma avara nella quantità. La richiesta resta invece altissima, dai gourmet ai ristoratori, facendo schizzare i prezzi alle stelle: dai 4.500 euro/kg con cui si è aperta la “Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba” n. 87 (fino al 26 novembre; www.fieradeltartufo.org) agli attuali 5.500 euro/kg registrati dal borsino del Centro Nazionale Studi Tartufo (www.tuber.it), fino ai 6.000 euro/kg cui sono arrivate le pezzature più pregiate alla vigilia dell’apertura della “Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Crete Senesi” (edizione n. 32 a San Giovanni d’Asso nella Val d’Orcia Patrimonio Unesco, dall’11 al 19 novembre; www.mostradeltartufobianco.it). Ecco perché, tornando ad Alba, “capitale” del Tuber Magnatum Pico neo eletta “Città Creativa Unesco per la Gastronomia” nelle Langhe già Patrimonio dell’Umanità, cresce la curiosità attorno al momento più atteso della stagione: l’Asta mondiale del Tartufo Bianco, all’edizione n. 18, il 12 novembre in diretta satellitare tra Grinzane Cavour, Hong Kong e per la prima volta Dubai, con i lotti all’incanto in contemporanea di fronte ad una platea di ospiti selezionati, dell’arte culinaria internazionale, vip, filantropi e appassionati delle varie latitudini, pronti a cimentarsi nei serrati rilanci per aggiudicarsi il pregiato fungo ipogeo in abbinamento ai grandi formati di Barolo e Barbaresco, a favore di una buona causa. E proprio in linea con l’annata, i lotti saranno solo tre su ciascuna piazza, con l’ultimo e più importante conteso in diretta nelle tre piazze. Infine, come in ogni edizione, l’“investitura” dell’Ambasciatore del Tartufo Bianco d’Alba: quest’anno, sarà lo chef-star & stellato Antonino Cannavacciuolo.
L’incantevole Castello appartenuto allo statista piemontese Camillo Benso Conte di Cavour torna ad ospitare l’esclusiva asta charity capace di concentrare l’attenzione mediatica mondiale sulle Langhe, sulla loro spettacolare tradizione enoica grazie al Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, e sugli ingredienti eccellenti della sua cucina, con il ricavato destinato alla Fondazione Nuovo Ospedale Alba Bra Onlus: a condurre l’Asta 2017 saranno la presentatrice televisiva Elisa Isoardi, volto di Rai1 su “Buono a sapersi-A tavola in salute”, con l’istrionico Enzo Iacchetti, alla conduzione di “Striscia la Notizia” su Canale 5, e l’attore Roberto Ciufoli. Tra i personaggi del jet set nazionale, le coppie vip Elena Santarelli e Bernardo Corradi, Federica Nargi e Alessandro Matri, Federico Peluso e Sara Piccinini, accanto, restando nel mondo dei campioni di calcio, a Simone Barone, Ciro Ferrara, Cristian Molinaro, Lorenzo De Silvestri e Salvatore Sirigu.
Da Grinzane a Hong Kong, l’Asta conta sulla collaudata collaborazione dello chef stellato Umberto Bombana. È, infatti, nel suo ristorante “8 1/2 Otto e Mezzo Bombana” che la metropoli orientale esprimerà il proprio apprezzamento per i lotti battuti, con l’obiettivo di portare sostegno, attraverso i fondi raccolti in sinergia con Arete Food&Wine di Maria Pranzo, all’Istituto Mother’s Choice.
La novità riguarda la terza location dell’Asta 2017, grazie ad un secondo collegamento con un’area del mondo estremamente importante sotto il profilo commerciale e turistico ed una platea interessata alle eccellenze italiane: Dubai, uno dei sette Emirati Arabi, dove sarà organizzata dalla Camera di Commercio Italiana e Irc-International Restaurant Consulting, in uno dei suoi storici hotel, il Méridien Dubai Hotel & Conference Centre, e con i proventi devoluti all’ente benefico Al Jalila Foundation, un’organizzazione filantropica completamente finanziata attraverso le donazioni, impegnata ad aiutare le persone bisognose e a sostenere le cure e la ricerca in campo medico. E l’Asta sarà anche il momento di apertura della Italian Festival Weeks-Food, la settimana dedicata alla cucina italiana inserita dell’Italian Festival Weeks dedicato alla comunità italiana residente negli Eau, e Seconda Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, con Regione italiana ospite d’onore dell’edizione 2017 il Piemonte.
Nel 2016 l’Asta - che sarà trasmessa in diretta streaming sul sito web dell’Enoteca Piemontese Cavour (www.castellogrinzane.com) - ha battuto il record storico di raccolta fondi, destinando 450.000 euro in beneficienza.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli