02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
PREMIO ARTUSI

“Premio Artusi 2018” a Josè Graziano da Silva, alla guida della Fao e del progetto “Fame Zero”

Il Comitato scientifico del premio ha riconosciuto il suo lungo impegno nella sicurezza alimentare e nello sviluppo rurale dell’agricoltura
FAO, GRAZIANO DA SILVA, PREMIO ARTUSI, Non Solo Vino
Graziano Da Silva alla guida della Fao

Festeggiare il cibo non vuol dire celebrare solo il suo aspetto più “a breve termine”, il gusto, ma anche riflettere sugli aspetti sociali ed economici che guidano l’industria agricola mondiale. La Festa Artusiana, che torna con l’edizione n. 22 a Forlimpopoli, paese natale del padre nobile della gastronomia italiana, Pellegrino Artusi (dal 23 giugno al 1 luglio, www.festartusiana.it), da molti anni offre una riflessione sul rapporto tra l’uomo e il cibo, e col “Premio Artusi” riconosce ogni anno una personalità o un’organizzazione che si è distinta nel campo della solidarietà e della diffusione della cultura del cibo. L’edizione 2018 del premio vedrà riconosciuto il lavoro di Josè Graziano da Silva, direttore generale della Fao - Food and Agriculture Organization dell’Onu (www.fao.org), e da oltre 30 anni impegnato sui temi della sicurezza alimentare e dello sviluppo rurale dell’agricoltura. Josè Graziano da Silva è stato infatti anche l’artefice del programma “Fame Zero” in Brasile, introdotto nel 2003 per garantire il diritto di accesso ai prodotti alimentari di base e sradicare la fame nel paese più grande e popolato del Sud America.
Il nome di Da Silva è stato scelto dal Comitato scientifico di Casa Artusi, che ha motivato il riconoscimento affermando che “il Premio Artusi 2018 a José Graziano da Silva per l’impegno profuso con grande efficacia e coerenza, sia alla guida della Fao sia nell’ambito del progetto brasiliano “Fame Zero”, per la lotta contro la fame e la malnutrizione. Il riconoscimento artusiano vuole sottolineare il lavoro straordinario svolto a sostegno delle comunità locali fondato sul concetto di cibo sano e biodiversità agricola e alimentare. La salute e la nutrizione richiedono la connessione del concetto di cibo a quello di agricoltura”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli