02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
DL AGOSTO

Ristorazione, bonus del 20% ai clienti e contributo per prodotti made in Italy

Domani il voto in Consiglio dei Ministri, nel Decreto attese misure che facciano ripartire i consumi e l’agroalimentare
BONUS CONSUMI, DL AGOSTO, FONDO RISTORAZIONE, Non Solo Vino
Aiuti alla ristorazione

Il via libera definitivo arriverà solo domani, quando passerà al vaglio ed al voto finale in Consiglio dei Ministri, ma sul Dl Agosto, che toccherà gli ambiti economici e sociali più disparati, la convergenza sembra assicurata. Almeno per le due misure che riguardano da vicino il mondo della ristorazione e dei consumi: in bozza c’è la proposta di uno sconto del 20% su pranzi e cene fuori casa (forse al 25% per i locali dei centro città, ndr) per incentivare i consumi, all’inizio sembrava si dovesse applicare soltanto ai pagamenti tracciabili, attraverso bancomat e carte di credito, ma è possibile un’estensione anche ai pagamenti in contanti, applicato a pranzi e cene al ristorante da settembre a novembre 2020. Resta da decidere il limite di spesa, mentre ai ristoranti dovrebbe andare anche un contributo a fondo perduto per l’acquisto di prodotti italiani da utilizzare nelle attività.
Proposte che hanno trovato il sostegno anche delle principali organizzazioni agricole, dalla Cia-Agricoltori Italiani, che ha definito “positivo il sostegno al canale dell’Horeca attraverso un bonus alle imprese della ristorazione che acquistano prodotto made in Italy al 100%”, alla Coldiretti: “bene il bonus ai ristoranti che utilizzano prodotti 100% made in Italy per sostenere l’intera filiera agroalimentare nazionale dal campi alla tavola duramente colpita dalla crisi economica, del crollo del turismo e del drastico ridimensionamento dei consumi fuori casa provocati dall’emergenza coronavirus”. Entrambe, poi ricordano come a causa della pandemia i consumi extradomestici per colazioni, pranzi e cene fuori casa sono stimati in calo del 40% con un effetto negativo a valanga sull’intera filiera agroalimentare che subisce una perdita stimata in 8 miliardi nel 2020 per mancati acquisti di cibi e bevande, dal vino alla birra, dalla carne al pesce, dai formaggi ai salumi, dalla frutta alla verdura secondo elaborazioni Coldiretti su dati Ismea.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli