02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TURISMO DI PROSSIMITÀ

Sale a 1,2 miliardi di euro la perdita degli agriturismi italiani dall’inizio della pandemia

Lo rivela un’analisi di Coldiretti, che sottolinea come la campagna sia tra i luoghi più sicuri per ospitare le vacanze post-Covid
AGRITURISMO, Coldiretti, PANDEMIA, PERDITE, Non Solo Vino
Sale a 1,2 miliardi di euro la perdita degli agriturismi italiani da inizio pandemia

Dopo la Pasqua blindata sale a 1,2 miliardi di euro la perdita subita dai 24.000 agriturismi del Belpaese dall’inizio della pandemia. A dirlo Coldiretti, che sottolinea come le campagne italiane siano tra i luoghi più sicuri per ospitare le vacanze post-Covid: contribuiscono in modo determinante al turismo di prossimità, garantiscono il rispetto delle distanze sociali ed evitano l’affollamento visto che in questi spazi “le distanze si misurano in ettari e non in metri”, spiega il presidente Terranostra, Diego Scaramuzza. Negli agriturismi, spesso situati in zone isolate in strutture familiari con un numero contenuto di posti letto e a tavola e con ampi spazi all’aperto, è più facile infatti garantire il rispetto delle misure di sicurezza per difendersi dal contagio fuori dalle mura domestiche. L’arrivo della bella stagione, afferma Coldiretti, è particolarmente apprezzata dagli amanti della campagna per assistere al risveglio della natura con piante, fiori e uccelli migratori, ma anche delle attività agricole con i lavori di preparazione dei terreni, la semina e la raccolta delle primizie da portare in tavola.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli