02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
PROGETTI

Sana alimentazione e attività fisica per il benessere: protocollo tra Crea e “Sport e Salute”

L’obiettivo è educare le persone, soprattutto i giovani, a stili di vita sani. E combattere il sovrappeso in età scolare, di “dimensioni epidemiche”
ALIMENTAZIONE, CIBO, CREA, SPORT E SALUTE, Non Solo Vino
Sana alimentazione e attività fisica per il benessere: protocollo Crea e “Sport e Salute”

Sana alimentazione e attività fisica sono due pilastri del benessere delle persone. Eppure neanche in Italia, patria della dieta mediterranea, ritenuta tra le più salutari del mondo, le cose non vanno poi troppo bene, soprattutto tra i giovani. “Il sovrappeso in età scolare ha raggiunto in Italia dimensioni epidemiche: una recente indagine su 50.000 bambini ha riscontrato un eccesso ponderale nel 30% degli scolari: un 20% risultano in sovrappeso e ben il 10% sono francamente obesi. Tali squilibri si riflettono pesantemente in età adulta, con un 32% di italiani in sovrappeso ed il 10% di obesi, provocando l’incremento di gravi patologie, come il diabete e le malattie cardiovascolari e respiratorie”. Una situazione che la pandemia, ovviamente, non ha certo migliorato. A dirlo il Crea (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura) e la società Sport e Salute (fondata dal Coni), che hanno siglato un programma di ricerca e comunicazione come per lanciare un segnale importante: “riprendere congiuntamente stili di vita corretti, con una sana e varia alimentazione ed un regolare esercizio fisico, potrà certamente dare un contributo essenziale non solo per il controllo del peso, ma anche per la salute e per il benessere psicofisico di ragazzi, giovani ed adulti”. E proprio da questa convinzione, ha affermato il presidente del Crea Carlo Gaudio, è nata l’iniziativa del protocollo d’intesa siglato oggi con l’ad di Sport e Salute, Vito Cozzoli, alla presenza del Ministro per le Politiche Agricole Alimentari Forestali, Stefano Patuanelli, al Crea.
“Intendiamo unire le forze - ha aggiunto Gaudio - per promuovere stili di vita più sani, sin dalla scuola dell’obbligo, mediante campagne educative, formazione e ricerca”. “Per corretti stili di vita, una delle missioni scritte nel Dna di Sport e Salute, intendiamo sicuramente un Paese con più sport e più praticanti anche per prevenire problemi di salute nei più grandi e il tema del sovrappeso tra i più giovani - ha detto Cozzoli - con questo accordo vogliamo unire il grande lavoro dell’Istituto di medicina dello sport a favore della prevenzione e la nostra campagna “Una goccia di sport” rivolta ad avere maggiore cura del corpo, alla competenza del Crea per lo stile alimentare, la nutrizione, l’educazione al cibo sano. Insomma, più benessere attraverso più sport”.
Gli obiettivi del protocollo tra Crea e Sport e Salute sono quelli di sensibilizzare ed informare con campagne mirate l’opinione pubblica; educare le giovani generazioni attraverso specifiche iniziative nelle scuole e una adeguata formazione di docenti e operatori e favorire la ricerca e l’innovazione, in un’ottica di tutela della salute, nei settori di interesse reciproco, quali appunto sport e alimentazione.
“Si uniscono alimenti e sport, due elementi essenziali per una vita sana, in particolare per i giovani. Questo accade il giorno dopo l’approvazione del documento programmatico di bilancio, dove reintroduciamo l’educazione motoria in quarta e quinta Primaria”, ha commentato il Ministro Patuanelli.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli