02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VERSO IL FUTURO

Vino senza confini: Domaines Barons de Rothschild (Château Lafite) lancia il suo vino cinese

Debutto a settembre per il Long Dai 2017, prodotto da Domaine de Long Dai, cantina di proprietà del gruppo francese nello Shandong in Cina
BARONS DE ROTHSCHILD, CHATEAU LAFITE, CINA, LONG DAI, vino, Mondo
Long Dai 2017, il primo vino made in Cina firmato da Domaines Barons de Rothschild (Château Lafite)

Il mondo del vino è sempre più senza confini, e se per molti la Cina sarà il più grande mercato del futuro, da tempo in tanti, soprattutto francesi, ci investono come terra di produzione, in prospettiva, di grandi vini. E così, dopo il vino Ao Yun prodotto in Cina dal gruppo Lvmh, sugli scaffali già dal 2016, sul mercato dei fine wine sta per arrivare un’altra etichetta cinese prodotta da uno dei grandi nomi del vino francese, Domaines Barons de Rothschild, proprietario del mito Château Lafite: è il Long Dai 2017, prodotto da Domaine de Long Dai, cantina cinese di proprietà del gruppo, nella regione di Shandong, che sarà acquistabile dal 19 settembre 2019.

Vino che nasce dall’azienda che oggi conta 30 ettari a vigneto, di cui 25 pienamente produttivi, ed è un “un blend di Cabernet Sauvignon, Marselan and Cabernet Franc, raccolti da una selezione delle 360 vigne terrazzate piantate sul suolo granitico che abbiamo trovato ai piedi della Qiu Shan Valley”, spiega Olivier Trégoat, direttore delle tenute internazionali del gruppo.

“La nostra famiglia produce vino a Lafite da 150 anni, è nella nostra cultura essere pazienti e prenderci il tempo necessario prima di essere certi di lanciare un vino di cui essere orgogliosi. E questa annata di Long Dai è il primo capitolo di una lunga storia da produttori di vino in Cina”, ha detto Saskia De Rothschild, figlia del Barone Eric de Rothschild e alla guida del gruppo.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli