02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2024
RICONOSCIMENTI

A Emidio Pepe il “Sustainability Award” dei “Golden Vines Awards” 2023 by Liquid Icons

Domaine de la Romanée Conti, Ridge Vineyards e Penfolds gli “All-Star Winners”. Assegnate le borse di studio per la diversità

A Domaine de la Romanée Conti il “World’s Best Producer Award”, a Ridge Vineyards il “Best Fine Wine Producer in the Americas Award” e a Penfolds il “Best Fine Wine Producer in the Rest of the World”: ecco gli “All-Star Winners” dei “Golden Vines Awards” 2023 by Liquid Icons, i protagonisti del panorama enoico internazionale, premiati per il terzo anno consecutivo, da mille professionisti del settore da 120 Paesi diversi, tra cui 27 Masters of Wines, 22 Master Sommelier, oltre 180 enologi, wine merchant e sommelier dei ristoranti stellati Michelin, nella cerimonia di gala, nata per finanziare gli obiettivi benefici della “Gerard Basset Foundation”, di scena ieri nella cornice del Les Pavillons de Bercy, a Parigi.

Tra gli altri riconoscimenti, spicca il “Sustainability Award” al viticoltore abruzzese Emidio Pepe, ma anche il “Best Fine Wine Producer in Europe Award” al tedesco Weingut Egon Müller, il “World’s Best Rising Star Award” alla sudafricana The Sadie Family Wines, l’“Innovation Award” al Dipartimento di viticoltura ed enologia dell’Università della California Davis, il “ World Best Rare Spirit Brand Award” a “The Macallan”, e l’“Hall of Fame Award” assegnato alla leggendaria Jancis Robinson, Master of Wine e giornalista, per i suoi servizi all’industria del vino. Ogni vincitore ha ricevuto un trofeo disegnato dall’artista britannico e direttore creativo dei “Golden Vines” Shantell Martin, e realizzato da Amorim Cork con le opere d’arte commissionate all’artista francese Jonathan Bréchignac.

Lo scopo principale dell’evento, è bene ricordarlo e sottolinearlo, è sempre quello di sostenere i progetti solidali della Fondazione Gérard Basset, che nelle prime due edizioni - aspettando i risultati della “The 2023 Golden Vines Online Charity Auction” by Crurated - ha raccolto 2,2 milioni di sterline, che andranno a finanziare, tra le tante iniziative, anche le tre borse di studio per la diversità assegnate proprio nei giorni scorsi a Sachindri Rana dalla Nuova Zelanda, Eduardo Bolaños dagli Stati Uniti e Amrita Singh dal Canada, mentre Arpine Manukyan dall’Armenia ha ricevuto la sua borsa di studio Dom Pérignon Golden Vines MW, che comprende uno stage retribuito di 4 settimane presso la Maison lavorando a fianco del team di vinificatori e una borsa di studio per conseguire la qualifica di Master of Wine.

La cerimonia di premiazione, come avevamo anticipato (qui), è stata accompagnata dalle creazioni degli chef Alain Ducasse, tre stelle Michelin, e Akrame Benellal, due stelle Michelin, abbinate a vini eccezionali come Dom Pérignon Rosé 2009, Dom Pérignon P2 2004, Château d’Yquem 2015, Domaine Arnoux 2013, Lachaux Echézeaux Grand Cru, Liber Pater 2007, Istvan Szepsy 6 Puttonyos 2006, mentre l’intrattenimento principale è stato affidato a Rising Star, artista che ha accompagnato i recenti tour di Sam Smith e Ed Sheeran, al tre volte candidato ai Brit, Cat Burns, ed alla cantante francese Louane.

Copyright © 2000/2024


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2024

Altri articoli