02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Adnkronos

Brunello di Montalcino, no a fondi esteri su cantine vigneti. Il business si è attestato sui 143 milioni di euro ... La terra del Brunello rifiuta i fondi di investimento internazionali. Le cantine e vigneti di Montalcino non sono in vendita tanto che ultimamente alcuni investitori intenzionati ad acquistare aziende se ne sono dovuti andare a mani vuote, secondo quanto informa il sito Internet www.winenews.it della zona di Montalcino. Qui i vigneti raggiungono, spiega la rivista telematica del settore vino, quotazioni tra le piu’ alte del paese: da 250.000 a 500.000 euro ad ettaro, tanto che possono essere paragonati a veri e propri beni-rifugio, come l’oro o i diamanti. A differenza di tante altre zone, anche famose, in cui ogni giorno vengono messe in vendita aziende vitivinicole, a Montalcino i produttori sono legati a doppio filo ai loro vigneti, e si guardano bene dal separarsene.
Forti del buon andamento del Brunello sul mercato - nel 2004, il business si è attestato sui 143 milioni di euro - sono anche consapevoli che i propri vigneti (1.900 ettari quelli iscritti all’albo del Brunello, anche se complessivamente gli ettari vitati nel territorio di Montalcino sono 3.000), da cui nasce uno dei simboli più noti e ricercati del buon bere italiano del mondo, si rivalutano ogni anno del 2-3%. Le cicliche oscillazioni del comparto non toccano questo piccolo Eden dell’enologia e le vigne danno, ogni anno, ottimi margini di reddito.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli