02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Affari & Finanza / La Repubblica

Le colture dei campi una grande risorsa ancora frenata da costi produttivi e zavorre fiscali ... “L’export agricolo interrompe la sua lunga caduta e nel mese di maggio mostra incoraggianti segnali di ripresa. Ma nonostante la variazione positiva del 6,2% rispetto allo stesso mese del 2011, da gennaio a giugno il risultato resta saldamente ancorato al segno meno, facendo registrare una riduzione del 5,5% delle vendite oltreconfine rispetto al primo semestre dell’anno scorso. Colpa dei costi produttivi troppo ingombranti nei bilanci aziendali e delle zavorre fiscali che spesso ostacolano la competitività delle nostre imprese”. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, commentando i dati sul commercio estero diffusi dall’Istat. Mentre il made in Italy agroalimentare conferma le sue buone performance all’estero, facendo registrare un più 6,9% tendenziale, nei primi sei mesi dell’anno l’agricoltura sconta l’eccezionale ondata di maltempo che ha penalizzato moltissimo le nostre produzioni agricole.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli