02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Agenzia Giornalistica Italia (agi)

Wine Spectator: California batte Francia. Bene la Toscana ... Nella annuale Top 100 di Wine Spectator, la autorevole rivista di critica enologica statunitense, considerata la "bibbia" del vino mondiale, la California con 24 vini segnalati balza in testa alla classifica mondiale dei vini pregiati. Al secondo posto si colloca la Francia (20 vini) seguita dall'Italia (15 vini). E fra questi ultimi si segnala il successo aziendale della Marchesi de' Frescobaldi che, unica fra le griffe italiane del vino, riesce a piazzare nella speciale classifica della rivista statunitense ben tre vini: il Brunello di Montalcino Castelgiocondo Ripe al Convento Riserva 1999 (23'), il Chianti Rufina Castello di Nipozzano Riserva 2002 (86') e Luce il Lucente 2003 (92'). Nella super-classifica di Wine Spectator, da sempre uno dei verdetti più attesi nel mondo dell'enologia internazionale, l'Italia ottiene un solido terzo posto, in cui la Toscana guida la classifica dei terroir con ben 7 vini segnalati, seguita dal Piemonte con 4, dal Friuli con 2 e da Sicilia e Veneto con 1. E dalla Toscana arrivano anche i vini che occupano i posti dell'ambitissima Top 10 con L'Oreno della Tenuta Sette Ponti, al quinto posto, e il Brunello di Montalcino Poggio all'Oro Riserva 1999 di Castello Banfi, all'ottavo posto. La Top 100 di Wine Spectator ha debuttato nel 1988 ed è diventata una classifica davvero in grado di orientare il mercato di tutto il mondo. Per questa ultima edizione, gli esperti della rivista americana (tra cui James Suckling, che cura gli assaggi dei vini italiani) hanno degustato oltre 12.400 vini, di questi più di 2.500 hanno ottenuto un punteggio superiore a 90/100, rappresentando le candidature iniziali per la classifica. Ma l'ulteriore selezione è avvenuta anche secondo altri criteri: valore (prezzo), disponibilita' (produzione), e un "fattore x" che i giornalisti di Wine Spectator definiscono "excitement".

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli