02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ECONOMIA

Agricoltura: 19.800 ettari in vendita con la “Banca Nazionale delle Terre Agricole” by Ismea

827 aziende agricole potenziali per tornare a rendere produttive terre ed aziende. E ridurre la dipendenza dall’estero
AGRICOLTURA, BANCA DELLE TERRE AGRICOLE, GIOVANI, GRANO, ISEMA, Non Solo Vino
Le terre agricole

L’argomento è più attuale che mai, perché prima la pandemia e poi l’invasione russa in Ucraina hanno messo e stanno mettendo in grave difficoltà la tenuta dell’economia globale. Che, dalla fine della Guerra Fredda, ha costruito un ordine nuovo, basato su un tale livello di interdipendenza tra Stati da garantire per lunghi periodi la pace tra le Nazioni. Una pace minata dal conflitto ucraino, i cui primi effetti sono già arrivati: la scarsità di materie prime, a partire da derrate agricole fondamentali come il grano ed il mais, spinge molti Governi verso politiche protezioniste, svelando così tutta la fragilità di una globalizzazione che ha portato l’Italia e tanti altri Paesi Europei, a puntare sempre meno sull’agricoltura. Fino a dipendere per oltre la metà del proprio fabbisogno dalle importazioni. E, indirettamente, da ciò che succede nel resto del mondo. Tornare alla terra, così, più che uno slogan vuoto, oggi suona come una necessità, una speranza, una possibilità, perché dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori. E il grano, il mais, la soia.
Una possibilità che in Italia arriva dalla quinta edizione della “Banca nazionale delle Terre Agricole” by Ismea, costituita da oltre 19.800 ettari, per un totale di 827 aziende agricole potenziali e un valore complessivo a base d’asta di quasi 312 milioni di euro, da destinare ai nuovi interventi in favore dei giovani imprenditori agricoli. Dei terreni in vendita, distribuiti sull’intero territorio nazionale, che coprono ogni genere di coltura, dal seminativo all’ortofrutta, dagli oliveti ai vigneti,
403 sono al primo tentativo, 269 al secondo, 60 al terzo e 95 al quarto. Per partecipare, scoprire i terreni in vendita efar tornare produttivi migliaia di ettari incolti, le manifestazioni di interesse vanno presentate qui, da oggi al 5 giugno 2022.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli