02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
SOSTENIBILITÀ SOCIALE

Anche in Calabria il vino aiuta l’arte: la cantina Ippolito 1845 lancia “Taste the Art”

Bottiglie in edizione limitata per raccogliere fondi a sostegno del restauro di opere artistiche e storiche del territorio

Un progetto di responsabilità sociale d’impresa che unisce vino, arte e territorio: “Taste the Art” è un’idea della storica azienda Ippolito 1845, la più antica della Calabria - oltre 100 ettari nella zona di Cirò Marina - nata dall’incontro con Enrico Focarelli Barone, in arte Frelly, giovane e promettente artista calabrese.
Proprio le sue illustrazioni sono diventate le etichette di una linea di sei bottiglie in edizione limitata dei vini più iconici dell’azienda, racchiusi in un’elegante ed inedita cassa in legno. I proventi delle vendite contribuiranno alla raccolta di fondi a sostegno del restauro di opere artistiche e storiche del territorio calabrese.
Una forma di sostenibilità sociale mediante la restituzione di una parte dei profitti alla comunità nella quale l’azienda opera e lavora da più di 170 anni.
Le etichette di Frelly hanno reinterpretato in maniera nuova e originale i vini della cantina mediante raffinate illustrazioni in cui passato e futuro si fondono in una visione creativa, scanzonata e surreale. Da sempre la mission aziendale di Ippolito 1845 è il recupero e la valorizzazione dei vitigni autoctoni quali il Gaglioppo, il Greco Bianco, il Calabrese, il Pecorello e il Greco Nero. Attraverso la costante ricerca, l’impiego di tecniche innovative, il diretto controllo di tutti i processi produttivi, l’azienda ricerca nei suoi vini l’eleganza, l’esclusività e l’identità con il suo territorio.
In presentazione è stata resa nota l’opera artistica oggetto di restauro: “abbiamo ricevuto il consenso dal Comune per poter procedere al restauro di un’opera storica situata a Cirò Marina. L’opera è la Fontana del Principe, appartenuta ai principi Spinelli, una fontana monumentale con 3 archi, oggi abbandonata e in completo stato di degrado” rivela Vincenzo Ippolito. “Vogliamo creare intorno a questa fontana un’oasi verde aperta al pubblico ma soprattutto dare un segnale forte, dimostrare che la sinergia tra pubblico e privato può e deve cambiare la mentalità del territorio e che questo cambiamento porterà a benefici non solo economici ma soprattutto sociali e culturali”.

Copyright © 2000/2023


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2023

Altri articoli