02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ansa

Vino: nasce a Montalcino il primno "music wine" del mondo ... Le note di Mozart tra i vigneti.
Accade a Montalcino, tra i filari de 'Paradiso di Frassina',
tenuta vicino al centro storico. I visitatori, come riferisce
Winenews, si trovano così di fronte al primo esperimento di
vino 'musicale' del mondo: Giancarlo Cignozzi, il proprietario
della tenuta, ha piazzato tra i filari di sangiovese sofisticate
casse impegnate a trasmettere 24 ore su 24 ogni tipo di note,
dalla classica al rock, dal jazz all'opera.
"Ho sempre avuto la sensazione che l'armonia musicale
potesse dare vita a un' atmosfera magica sulle uve e sui mosti -
spiega Cignozzi, un avvocato di Milano 'fulminato' sulla via di
Montalcino - così ho deciso di avviare un progetto musicale che
coinvolgesse la vite ed il vino, sonorizzando prima le cantine e
poi iniziando a sperimentare la diffusione della musica lungo i
vigneti di Brunello". Cignozzi ha quindi fatto realizzare da un
ingegnere svizzero specializzato in acustica casse speciali che
non temono le intemperie, resistenti alla pioggia, al gelo e al
caldo estivo nella convinzione che "quando matureranno le uve e
i vini che hanno subito, sia in pianta sia in botte, il
condizionamento armonico di Mahler o di Vivaldi, si potrà
gustare il primo 'music wine' della storia enoica".
Questo esperimento permetterà, nelle intenzioni del
produttore, di studiare e valutare gli eventuali effetti
biodinamici che la musica può avere sull'apparato foliare e
radicale della vite, sulle muffe, i parassiti, i lieviti e gli
enzimi, insomma sull'intero processo della vite e del vino. Ma
con questo sistema, garantisce Cignozzi, si potranno riprodurre
anche richiami di varia natura, anche repulsiva, come i canti di
particolari volatili o animali, il tutto finalizzato alla
preservazione della biodiversità del vigneto.
Cignozzi è stato uno dei primi milanesi ad arrivare anni fa
nella terra del Brunello, insieme a Gianfranco Soldera (Case
Basse) e Giulio Consonno (Altesino): dopo aver abbandonato la
carriera forense ha fondato la Tenuta di Caparzo e poi, insieme
alla moglie Diana, ha restaurato la tenuta del Paradiso di
Frassina (8 ettari di cui 5 vitati).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli