02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ansa

Vino: estate rivaluta i bianchi, in testa i friulani. Indagine Winenews-Vinitaly su consumi e tendenze ... Sono i bianchi italiani i protagonisti dei consumi estivi di vino, mentre il territorio più apprezzato è il Friuli Venezia Giulia seguito dalla Campania e dell'Alto Adige, con incursioni anche nel mondo delle bollicine (su tutti la Franciacorta) e perfino tra i vini rossi. E' quanto emerge da un sondaggio condotto via internet da Winenews, in collaborazione con Vinitaly. Secondo il sondaggio, condotto su un campione di 8.894 enonauti. La tipologia di vino preferita per l'estate 2004 è dunque senza dubbio quella dei bianchi (62%), seguiti dalle bollicine (24%), dai rossi (9%) e infine dai rosati (5%). Ma molti degli enonauti interpellati hanno tenuto a far notare anche come il vino varia con il variare del cibo, dimostrando una grande attenzione all' abbinamento. Il sondaggio Winenews-Vinitaly ha eletto anche le griffe del vino dell'estate 2004. Quelle più citate, con le diverse etichette, e in ordine di classifica sono: alla pari, Planeta e Bellavista, quindi San Michele Appiano, Ca' del Bosco, Ferrari, Feudi di San Gregorio, Jermann, Castello della Sala (Antinori), Donnafugata, Berlucchi, Venica&Venica, Argiolas, Livio Felluga, Schiopetto, Mastroberardino, Santa Margherita, Sella & Mosca, Umani Ronchi, Cantina di Terlano. Ma, nelle scelte degli enonauti, tanti sono stati i riferimenti all'importanza del rapporto qualità-prezzo. E, in questo senso, sono stati segnalati soprattutto i nomi dei due colossi della cooperazione italiana: in Trentino la Cantina La Vis, e in Sicilia, con i vini di Mandrarossa, la cantina Settesoli. Tanti anche gli eno-appassionati che, all'opposto, hanno tessuto le lodi del Trebbiano d'Abruzzo di Valentini e della Ribolla Gialla di Gravner, dimostrando una predilezione particolare verso i vini di nicchia e per intenditori. Gli enonauti hanno decisamente premiato i vini italiani nelle loro scelte estive, con una percentuale di preferenza che si attesta sull'85%, mentre nel 15% di spazio per i vini provenienti esteri, la quasi totalità è riservata agli Champagne che sembrano destinati a diventare anche protagonisti dell'estate, oltre che delle feste natalizie. Anche in fatto di vitigni e regioni produttrici dei vini più apprezzati per l'estate, la scelta degli enonauti è stata molto precisa. Non ci sono dubbi per il primo posto: Friuli Venezia Giulia, con i suoi Sauvignon, Tocai e Ribolla Gialla, seguito dalla Campania, con il Greco di Tufo, il Fiano d'Avellino e la Falanghina; poi è la volta dell'Alto Adige, dove i gusti degli enonauti hanno premiato soprattutto il Gewurztraminer, della Sicilia, con lo Chardonnay e l'Insolia, e ancora, il Trentino, con lo Chardonnay e il Muller Thurgau, le Marche, con il Verdicchio e la Sardegna, con il Vermentino. A seguire Gavi, Soave, Vernaccia di San Gimignano, Arneis, Frascati. Gli enonauti che hanno preso parte al sondaggio sono prevalentemente di sesso maschile (82%), hanno un'età compresa fra i 30 e i 45 anni (54%), un elevato titolo di studio (l'85% é in possesso del diploma o di laurea) e un buono/ottimo livello socio-economico. Il 25% del campione intervistato non è di origine italiana e i Paesi più rappresentati sono stati Usa, Gran Bretagna, Svizzera, Austria, Francia e Australia.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli