02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ansa

Biondi Santi: no a moda esclusiva vini a basso costo. Qualità si paga ... "Oggi non si può inseguire esclusivamente la moda dei vini a basso costo, come ieri non si doveva inseguire soltanto quella delle bottiglie dai prezzi stellari, in una rincorsa agli estremi che ha fatto perdere un pò a tutti il buon senso e l'equilibrio". Lo afferma Jacopo Biondi Santi, titolare di una delle griffe più importanti ed esclusive del panorama enologico italiano. "La qualità si paga - sottolinea Biondi Santi - e questo messaggio rappresenta ed ha rappresentato uno dei motori principali per l'affermazione del vino italiano nel mondo, anche come prodotto di lusso". Secondo Biondi Santi "é inconcepibile non considerare il fatto che esistano dei vini che oggettivamente costano molto. Il problema - afferma - è che le aziende vitivinicole italiane spesso mancano di specializzazione e di tipizzazione: troppo poche sono state le imprese capaci di pianificare, rispetto alle proprie peculiarità territoriali e alla propria collocazione storica sul mercato, costruendo cioé un marchio a seconda delle potenzialità aziendali esistenti, e un conseguente e corretto posizionamento rispetto al prezzo". Resta evidentemente aperta la questione dei costi di produzione per alcuni vini di indiscusso pregio. "I vini di grande levatura hanno necessariamente dei costi di produzione alti - spiega Biondi Santi - e trovo veramente incredibile che questo elementare meccanismo della produzione sia considerato sempre con diffidenza. Il Brunello della Tenuta Il Greppo, per esempio, è un vino ottenuto da uve di vigneti impiantati mediamente 25 anni fa, e rimane ad invecchiare in legno per 5 anni. E' inevitabile che un tale volume di capitali immobilizzati finisca per incidere sui costi di produzione e quindi sul prezzo finale della bottiglia".

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli