02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ansa

Sartori (Uiv): accordo su genoma vite segnale importante ... L'accordo tra Italia e Francia per il progetto di cooperazione bilaterale sul programma di ricerca Genoma della vite é un segnale importante ed é forse il primo progetto concreto che finalmente in Italia lega il mondo della ricerca a quello del vino. A sostenerlo è il presidente dell'Unione Italiana Vini (Uiv), Andrea Sartori che sottolinea come sia purtroppo noto che nel nostro Paese la ricerca è considerata un fanalino di coda, speriamo adesso che cominci un inversione di tendenza, con sempre maggiori legami anche con il mondo imprenditoriale. L'Unione Italiana Vini ha svolto in questo progetto l'importante ruolo di collegamento tra mondo della ricerca e mondo delle istituzioni, a dimostrazione della valenza dell'iniziativa per i vitivinicoltori. Il finanziamento di questo progetto - spiega il professor Enrico Pé, coordinatore scientifico della ricerca - è strategico per la ricerca del nostro Paese e per questo dobbiamo ringraziare l'Unione Italiana Vini, l'Università di Verona e gli industriali del vino veronese, in particolare Giorgio Pasqua, insieme ad importanti fondazioni nazionali che hanno fortemente appoggiato l'iniziativa, fino alla decisione del ministro Alemanno di finanziarla attraverso il Ministero delle Politiche Agricole. La realizzazione di un progetto genomico della vite - conclude - é finanziato e gestito dalla comunità italiana, accrescerà notevolmente il prestigio scientifico del nostro Paese, spesso messo in discussione in tribune internazionali rinomate.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli